Contenuto riservato agli abbonati

Porta il padre in auto da Napoli a Mantova: «Vi prego, salvatelo con il vostro plasma»

Viaggio della disperazione di un malato di Covid: tutto il tragitto attaccato alla bombola a ossigeno. È grave in Rianimazione. Ha già fatto due infusioni di siero iperimmune. Ma i medici avvisano: non fatelo, è troppo pericoloso, rivolgetevi ai centri nazionale e regionale del sangue

MANTOVA. Da Napoli a Mantova in auto senza mai fermarsi. Settecento chilometri in autostrada da Sud a Nord attaccato alla bombola dell’ossigeno.

Un viaggio interminabile tra disperazione e speranza, con la sola voglia di vedere al più presto due immagini: l’insegna del Carlo Poma e una sacca color giallo oro.


Un uomo di 59 anni, residente a Napoli, ha percorso tutto quel tragitto giovedì scorso per raggiungere l’ospedale di Mantova e chiedere il miracolo: una sacca di plasma iperimmune per guarire dal Covid-19 che non gli dà tregua da settimane.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, Brusaferro: "Ecco le differenze tra l'epidemia oggi e un anno fa senza vaccini"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi