Furto alla Canottieri, spariti due motori dalle barche ormeggiate

Nella notte tra mercoledì e ieri i ladri sono riusciti ad entrare nella darsena interna al circolo sportivo tagliando il catenaccio del cancello e rompendo le telecamere

MANTOVA. Ancora un furto alla Canottieri. Nella notte tra mercoledì e ieri i ladri sono riusciti ad entrare nella darsena interna al circolo sportivo di Cittadella tagliando il catenaccio del cancello e rompendo le telecamere della videosorveglianza. Nel mirino, come già avvenuto più volte in passato, i motori della barche attraccate. Ma hanno fatto troppo rumore e un abitante della zona, insospettito, ha avvertito i carabinieri.

I ladri sono riusciti a fuggire e, anche se disturbati, sono riusciti a portarsi via almeno due motori. Si calcoli che quel tipo di motori ha un valore commerciale di circa 5mila euro per pezzo.


«Al momento stiamo facendo una stima di quanto rubato – dice il presidente della Canottieri Mincio, Gianni Mistrorigo – i motori rubati dalle imbarcazioni che utilizziamo per canottaggio e altre attività sportive sono almeno due. Hanno anche fatto dei danni, in particolare rompendo le telecamere. Il nostro ufficio tecnico, in ogni caso, sta recuperando le immagini riprese prima che venissero mandate in frantumi. Ovviamente il materiale raccolto verrà consegnato alle forze dell’ordine».

I video, anche se di una durata limitata, potrebbero fornire elementi utili per risalire agli autori del colpo. Purtroppo non è la prima volta che la darsena del circolo entra nel mirino delle bande di ladri. L’ultimo è avvenuto durante l’estate. In maggio è invece stata rubata la barca del Parco del Mincio. Ma la scia di furti è iniziata anni fa. —
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi