Quistello, 35 positivi in Rsa: nuovo giro di tamponi

Contagiati 20 ospiti (su 68) e 15 addetti ma con rilevazioni non omogenee. Organizzata una segreteria per fornire indicazioni alle famiglie dei pazienti

QUISTELLO/SCHIVENOGLIA. I dati alla casa di riposo I Ciclamini di Quistello sono allarmanti, sono 20 gli ospiti che ad oggi risultano positivi al Covid, sui 68 presenti in struttura e si registrano anche 15 contagi tra il personale. Ma questi risultati derivano da screening diversi, compiuti in momenti diversi, alcuni sono stati eseguiti una settimana fa da Ats e altri sono risultati positivi ai tamponi eseguiti la mattina del 17 novembre, grazie alla convenzione stipulata tra il Comune e un laboratorio privato.

Nella giornata di venerdi 20 novembre è intervenuta nuovamente Ats con le Unità speciali di continuità assistenziali che hanno effettuato nuovi tamponi su tutti gli ospiti e sul personale per avere un quadro aggiornato e che sia riferibile a un'unica data. Questo passaggio si è ritenuto indispensabile per programmare poi la strategia di contenimento. È volontà della struttura mantenere un contatto continuo tra gli ospiti e i parenti, per questo è stata organizzata una segreteria per ricevere le chiamate di parenti e organizzare appuntamenti telefonici con la direzione sanitaria per dare informazioni sui pazienti. In caso di criticità le famiglie vengono immediatamente contattate.


La residenza sanitaria era rimasta immune al virus fino a domenica scorsa, anche durante la prima ondata non si erano registrati contagi, ma ora il Covid è riuscito a far breccia fra le difese. I tamponi venivano effettuati periodicamente nella rsa e domenica scorsa sono stati registrati tre contagi, due ospiti e un membro del personale. Subito sono stati disposti i tamponi su ospiti e operatori, in maniera molto rapida grazie a una convenzione, già operativa, tra il Comune e un laboratorio privato.

Martedì mattina è stato effettuato lo screening con 49 tamponi, mentre il controllo sui restanti ospiti era stato preso in carico dall'azienda sanitaria. La situazione era precipitata durante la notte tra domenica e lunedì, quando alcuni ospiti della struttura avevano iniziato a manifestare sintomi riconducibili al Coronavirus. Le contromisure sono scattate rapidamente. I risultati dei tamponi hanno poi confermato un aumento dei contagi.

Buone notizie sono arrivate invece dalla casa di riposo di Schivenoglia, la Scarpari Forattini, dove lo screening programmato su tutti gli ospiti, ha evidenziato una sola persona positiva. L’ospite è stato immediatamente isolato, la struttura ha provveduto ad attivare la procedura di richiesta di trasferimento in una struttura dedicata all’accoglimento dei casi Covid, come da normativa regionale. Tutto gli altri tamponi molecolari effettuati in struttura hanno dato esito negativo e la situazione di ospiti e operatori è continuamente monitorata. Qui i controlli erano scattati dopo che si erano registrati alcuni casi positivi tra il personale.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi