#abbracciaunalbero: ecco altre tre foto segnalate per il contest di Italia Nostra

MANTOVA. Secondo appuntamento con le segnalazioni di Italia Nostra Mantova per il contest #abbracciaunalbero.

Oggi, sabato 21 novembre, si celebra la Giornata nazionale dell’albero, che è stata istituita sul territorio nazionale per legge della Repubblica nel 2013, ma che affonda le sue radici nel 1898 per iniziativa del Ministro della pubblica istruzione Guido Baccelli. Nasce con l’obiettivo di sensibilizzare alla tutela del patrimonio arboreo del nostro paese, alla riqualificazione del verde urbano, alla valorizzazione degli spazi pubblici nonché alla messa a dimora di nuovi alberi che forniscono un indispensabile contributo alla nostra vita contro l’inquinamento.
Italia Nostra Mantova ha lanciato dunque da qualche settimana la campagna social e il contest fotografico dal titolo Abbraccia un albero che si conclude proprio  a mezzanotte.

Un tema, quello proposto, molto sentito dal pubblico. Basta dare un’occhiata alle foto arrivate per coglierne l’interesse: chi ha partecipato ha voluto infatti manifestare in modi diversi il proprio attaccamento alla natura. Praticamente tutte le generazioni coinvolte: bambini, adolescenti, adulti e anziani. «Il contest - come evidenziano gli organizzatori - ha infatti offerto, pur nel rispetto delle regole imposte dall’emergenza anti Covid, un momento di condivisione tra le famiglie perché i bambini sono stati fotografati dalle mamme o dai papà. I nipoti hanno fotografato i nonni e i nonni i loro nipoti».
Diversi, come si diceva, i rapporti manifestati con l’albero e la natura: c’è chi si è arrampicato, chi ha abbracciato il tronco, chi ha preferito un girotondo attorno alla pianta chi, ancora, si è mascherato con un costume o si è addormentato sotto la chioma.

Protagonisti degli scatti alberi di tutte le specie e dimensioni, bonsai compresi. E diverse anche le location: dal luogo di vacanza al Platan in sal Te come ha sottolineato un partecipante. «La risposta del pubblico – spiega Daniela Sogliani, presidente dell’Associazione – è stata sorprendente perché ha coinvolto sia le famiglie che le singole persone, dai bambini agli anziani. Tutte le generazioni hanno interpretato in modo diverso l’invito a riprendere contatto con la natura. Insieme agli scatti sono state inviate anche riflessioni personali e citazioni tratte da poesie, talvolta commoventi, sul momento difficile che stiamo vivendo. Tutti hanno saputo cogliere con grande creatività il messaggio intrinseco al nostro contest: al distanziamento tra le persone possiamo rispondere con la vicinanza agli alberi e alla natura perché gli alberi ci accolgono, hanno salde radici a terra e ci proteggono. Lasciamo al pubblico ancora un giorno per rispondere al nostro appello e poi dichiareremo concluso il contest con la segnalazione della fotografia più originale, per l’immagine o per il pensiero che l’accompagna, che sarà pubblicata sui nostri social e dalla Gazzetta di Mantova».
Realizzato in collaborazione con Mantova Village e Gazzetta di Mantova, l’evento social “Abbraccia un albero” si conclude dunque oggi alle 24. La partecipazione è aperta a tutti, libera e gratuita. Se si è in possesso di un account Instagram o Facebook, basta pubblicare sul proprio profilo la foto di un albero, di qualsiasi tipologia e scattata in qualsiasi luogo, vecchia o recente, taggando Italia Nostra Mantova e inserendo #AbbracciaUnAlbero. Fondamentale è la presenza fisica di una persona che compia un gesto nei confronti dell’albero: un abbraccio, una carezza, fino al più semplice selfie accanto all’albero.

Ecco quali sono gli scatti che hanno guadagnato la nomination questa settimana.

1. Francesca Marella.

Francesca Marella

"Abbraccia un albero, ma non troppo,
non amano essere abbracciati da noi siamo umani,
puzziamo di plastica e petrolio, di cattiveria e tristezza
Abbraccia un albero solo quando sei disposto ad innalzarti verso il cielo oltre la sua chioma
Abbraccia un albero se puoi andare in profondità, nel buio e nel freddo della terra,
alla ricerca delle radici della tua anima senza averne timore
Abbraccialo solo se sei capace di dare riparo e nutrimento
senza volere niente in cambio
Abbraccia un albero quando sei stanco e vecchio
solo se sai infondere ancora meraviglia e allegria
Abbraccialo quando non hai più niente da dare
se non la consapevolezza che bisogna essere spogli per far nascere nuovi germogli
Infine abbraccialo forte quando avrai imparato la sua saggezza
Solo così sarai degno di abbracciarlo
Francesca”

2. Roberta Mulinazzi.

Roberta Mulinazzi

3. Tiziana Tosi.

Tiziana Tosi

"Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa, pensa agli alberi, ricordati del loro modo di crescere.
Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo colpo di vento, mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento.
Radici e chioma devono crescere in egual misura, devi stare nelle cose e starci sopra, solo così potrai offrire ombra e riparo, solo così alla stagione giusta potrai coprirti di fiori e di frutti.
E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta.”

La guida allo shopping del Gruppo Gedi