L’artigianato mantovano dà l’addio a Luciano Pincella

Attualmente Pincella era componente della giunta esecutiva dell'associazione di cui era stato tra i fondatori provenendo dalla precedete esperienza di Upa. Numerosi sono stati gli incarichi che ha svolto tra componete del Consiglio di Confidart e presidente di Elba Mantova.

MANTOVA. È morto a 64 anni, per malattia, Luciano Pincella, dirigente di Confartigianato Imprese Mantova e titolare dall'azienda P.L. Guarnizioni in strada Cipata.

«Sono estremamente dispiaciuto. È stato lui a convincermi a dare una mano al mondo delle nostre imprese artigiane in cui ha sempre creduto molto dedicandosi attivamente al mondo dell'associazionismo e al suo lavoro che amava tantissimo - dice il presidente Lorenzo Capelli a nome personale e dell'intera dirigenza - La sua grande forza derivava dall'umiltà e dalla generosità. Aiutava tutti quelli che erano in difficoltà, che avevano bisogno. Per me e per tutti noi era un punto di riferimento prezioso, ci mancherà molto».

Attualmente Pincella era componente della giunta esecutiva dell'associazione di cui era stato tra i fondatori provenendo dalla precedete esperienza di Upa. Numerosi sono stati gli incarichi che ha svolto tra componete del Consiglio di Confidart e presidente di Elba Mantova. Sportivo, tra le passioni giovanili Luciano Pincella ebbe quella del canottaggio che lo portò nel 1976 ad affermarsi sul podio conseguendo una medaglia di bronzo come campione italiano di Otto. Lascia la moglie Piera Zambelli, direttore e segretario generale di Confartigianato Imprese Mantova.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi