Straziante addio a Martina uccisa a 21 anni dal Covid-19

I genitori e la sorella non hanno potuto partecipare in quanto positivi ma il carro funebre ha sostato davanti a casa prima dell’ultimo viaggio

LUZZARA (Reggio Emilia). “Ma se ti aspetterò sul ciglio senza far rumore puoi annullare le distanze che un po’ ci uccidono e intanto sopravviverò. Ho messo in tasca un bel po’ del tuo respiro e qualche bacio di riserva per quando mancherai”.

Questa la frase scritta sotto un cuore con la foto di Davide e Martina che si lasciano andare a un tenero bacio. È il messaggio del fidanzato Davide Ciotti di Misano Adriatico che Martina frequentava da quasi due anni, stampato su una t-shirt posata sulla bara della giovane 21enne morta di Covid-19. I funerali di Martina Bonaretti si sono svolti ieri nella chiesa di San Giorgio a Luzzara, nel Reggiano. Purtroppo, i genitori e la sorella, positivi al tampone, non hanno potuto partecipare alle esequie ma grazie al canale Youtube allestito dalla parrocchia, i familiari di Martina hanno sentire tutto l’affetto che la comunità luzzarese ha riservato per loro in questo difficile momento. Al termine della messa all’uscita dalla chiesa, la gente ha tributato a Martina un lungo, affettuoso applauso. Un altro momento davvero commovente è stato il saluto dei genitori e della sorella.



Prima dell’ultimo viaggio verso il tempio crematorio di Mantova, il carro funebre ha fatto tappa davanti all’abitazione della famiglia Bonaretti. Il padre Lucio con la moglie Silvia e l'altra figlia Aurora sono usciti per un ultimo straziante saluto a Martina. Lucio ha alzato le braccia come se volesse stringere in un unico grande abbraccio tutti i presenti che hanno contraccambiato con un caloroso applauso. La scomparsa di Martina, la più giovane vittima dell'Emilia Romagna morta di Covid, ha destato viva impressione anche a Suzzara.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi