Contenuto riservato agli abbonati

Aspef, strappo di Fratelli d'Italia con Lega e Mantova ideale

Rossi e Cappellari insistono sulla Fracassi mentre Beduschi accusa gli alleati: ormai i nostri rapporti sono compromessi

MANTOVA. Tocca al sindaco Palazzi risolvere la contesa apertasi nel centrodestra sul consigliere di minoranza da nominare nel cda di Aspef. Sulla sua scrivania ci sono due lettere. Una del centrodestra (Fratelli d’Italia e Forza Italia) con cui, senza indicare un nome alternativo (ma il prescelto sarebbe Paolo Celada), gli fa presente che quello di Barbara Fracassi, militante di Fratelli d’Italia, non è condiviso da due partiti su tre dello schieramento.

Nell’altra

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi