Scorciatoia pericolosa per pedoni e ciclisti: «Segnaleremo il rischio»

Uno stretto passaggio dal guard rail consente il transito ma gli automezzi sfrecciano a poca distanza

MEDOLE

Un'uscita pericolosa sulla Strada provinciale 10 fa discutere, soprattutto a seguito delle giornate di nebbia appena passate. Si tratta di una piccola apertura che si trova tra il guardrail e il cartello che indica la frazione Colla. Il tratto di strada in questione sbuca sulla provinciale che funge da tangenziale fra Medole e Castel Goffredo, la Sp 10, e cioè la strada che ha fatto discutere in tempi recenti per via delle pessime condizioni del manto stradale. Il piccolo varco, come conferma anche il sindaco Morandi, è «ormai utilizzato da tante persone come scorciatoia per raggiungere il paese dalla frazione Colla».


Il problema non sussisterebbe se questo varco fosse ben segnalato e messo in sicurezza; invece si tratta di pochi metri (utili per far passare una persona o, a mala pena, un motorino) che sbucano direttamente sulla carreggiata. Da qui passano tutti, dai bambini agli anziani, e spesso con bici e motorini. Non solo, quando non si vuol far passare la bici dalla strettoia, le persone prima fanno alzano la bici dalla parte del guardrail, e poi, una volta preso il piccolo varco, recuperano il mezzo e attraversano la strada. Il perché è presto detto: quel piccolo varco conduce poi a una strada ormai chiusa, dal lato della Sp 10, ma che porta ancora in paese, dall'altra parte.

«Sappiamo di questa situazione di pericolo - spiega il sindaco Morandi - ma al momento non possiamo intervenire con opere strutturali. Sarà nostra premura mettere dei cartelli per avvisare della pericolosità del passaggio. Terremo in considerazione la situazione valutando se e come provvedere a chiudere quel varco». 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi