Mantova, morto Losito: fu a capo della squadra mobile

Per anni al comando della squadra mobile della polizia

MANTOVA. È morto ieri mattina (domenica 22 novembre), all’ospedale di Barletta, Pierantonio Losito, che fu per anni a capo della squadra mobile della questura di Mantova, ottenendo non pochi successi investigativi. Aveva 81 anni e abitava con la moglie Teresa in Puglia, ad Andria. Lascia nel dolore anche una figlia che abita a Pavia. Oggi alle sedici la salma sarà portata al cimitero per una benedizione.

L’ex dirigente di polizia s’era sentito male una decina di giorni fa, un malessere generale associato a febbre che con il passare delle ore si era aggravato fino alla morte. Una morte causata da infezione Covid. Ora la moglie è sottoposta a quarantena. Pierantonio Losito, laureato all’università di Bari nel 1963, era stato vice questore vicario fino al 3 gennaio 2003. Aveva iniziato il servizio in polizia di stato nella capitale, poi si era spostato in varie sedi, tra cui Mantova e in seguito Pavia. A Mantova aveva diretto, come accennato, la squadra mobile; a Pavia invece, dove aveva assunto l’incarico di vicequestore vicario, era rimasto per sei anni. Poi era approdato alla questura di Ferrara dov’era stato accolto con grande calore e dove si era distinto per le sue doti umane e professionali.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi