Aperitivo a 5 clienti: bar di Asola chiuso per 7 giorni

Il bilancio del weekend: due ubriachi sorpresi in auto fuori dal loro comune. E un veronese raggiunge Marmirolo per augurare buon compleanno a un’amica 

MANTOVA. Il 21 novembre i carabinieri di Asola hanno disposto la chiusura per sette giorni del bar Cafè Moma’ di via Belfiore. Dopo diverse segnalazioni di cittadini sul mancato rispetto delle normative contro il contagio, il 13 novembre nel classico orario dell’aperitivo,il gestore aveva servito da bere sul posto a cinque clienti. Tutti erano stati sanzionati con ammende complessive per 2.400 euro. I carabinieri avevano quindi avanzato al questore Paolo Sartori una proposta di sospensione dell’attività commerciale - un pericolo per la salute dei cittadini - che è stata accolta. In caso di recidiva, la licenza può essere revocata. Sono tre i locali finora sanzionati ad Asola per motivi di ordine e sicurezza pubblica.

Intanto proseguono senza sosta i controlli dei carabinieri in tutta la provincia. Nel corso del fine settimana è andata male a un uomo e a una donna, rispettivamente di Marmirolo e di Isola della Scala che, oltre ad essere stati sorpresi in auto fuori dal proprio comune senza giustificato motivo, sono apparsi ubriachi ai militari di Porto Mantovano e San Giorgio Bigarello.

Per i due è scattata la sanzione amministrava di 400 euro e la denuncia penale per guida in stato di ebbrezza alcolica. Altri tre soggetti sono stati multati: in due erano partiti da Goito per andare a trovare un amico a Castel d’Ario; un'altra persona, proveniente dalla provincia di Verona, voleva fare gli auguri di buon compleanno a una amica di Marmirolo.

Video del giorno

Omnia Mantova - La Shoah della nostra città

La guida allo shopping del Gruppo Gedi