Villa Carpaneda tiene lontano il Covid da Rodigo

Zero contagi su 200 ospiti nella Rsa. La direttrice: «Il segreto? Fortuna e impegno con tamponi e igienizzazioni». Convegno online il 2 dicembre sulla gestione delle residenze sanitarie assistenziali

RODIGO Duecentodue anziani ospiti, zero contagi. Villa Carpaneda, in questa seconda ondata della pandemia, può fregiarsi del titolo di centro socio-sanitario Covid-free. Il virus, nelle ultime settimane, è tornato ad insinuarsi in molte case di riposo, ma non è riuscito ad aprirsi una breccia tra le mura della rsa di Rodigo.

«In primavera, tra i nostri ospiti, ci sono stati alcuni contagi, ma si è trattato di casi isolati - spiega la direttrice Barbara Giaretta – ed ora, tra i ricoverati ed il personale, non ci sono persone positive al coronavirus». Il segreto? Un pizzico di fortuna e tanto impegno. «Abbiamo un nucleo dedicato esclusivamente all’osservazione dei nuovi ingressi – prosegue Giaretta – Quando un anziano entra in struttura, viene sottoposto a tampone e test sierologico e poi sistemato in una camera singola del reparto d’osservazione, dove resta per 14 giorni. Al termine della quarantena ripetiamo gli esami. Solo dopo due tamponi e due test sierologici negativi l’ospite può trasferirsi nel nucleo più adatto al suo quadro clinico».

Grande attenzione è riservata all’igiene: «Sanifichiamo spesso camere ed impianti d’aerazione – spiega - Il personale è sottoposto a frequenti screening. Finora ci siamo avvalsi soprattutto di test sierologici, ma a breve cominceremo ad usare i tamponi rapidi». Gli ambulatori di fisioterapia per pazienti esterni funzionano a pieno regime. «Solo il centro diurno è chiuso: non per scelta, ma per mancanza di utenti – conclude - Le famiglie temono che i loro cari possano ammalarsi. In realtà il centro diurno è un luogo sicuro, perciò invitiamo gli anziani ad usufruire di questo servizio, ancora poco conosciuto».

La gestione delle rsa ai tempi del Covid sarà al centro di un convegno digitale, in programma il 2 dicembre, alle 10. L’iniziativa, organizzata da Villa Carpaneda, vedrà protagonisti Barbara Giaretta, Sergio Bariani, amministratore delegato di Gruppo Gheron, e Carlo Antonio Calamari, direttore sanitario della rsa. Interverranno il dottor Raffaele Esposito, che illustrerà i benefici dell’offerta semiresidenziale, Fabrizio Cavanna, che affronterà il tema dell’Alzheimer, e lo psicologo Gabriele Castagna, che parlerà di riabilitazione cognitiva. A seguire verrà presentato il libro “Ma lei dove dorme? 24 ore accanto all’anziano affetto da demenza” di Cinzia Siviero. La partecipazione è gratuita, previa prenotazione. Per iscriversi si può richiedere il modulo a info@editricedapero.it.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi