Mantova, lunghe code in strada per entrare alle Poste

Ritiro delle pensioni e non solo. Il risultato: code e lunghe attese. È stata una giornata di lavoro intenso per il personale dell’ufficio postale di viale Partigiani, in Valletta Paiolo, ma anche di disagi per i clienti che per rispettare le normative anti contagio sono stati costretti ad aspettare il proprio turno in piedi all’esterno dell’ufficio.

MANTOVA. Ritiro delle pensioni e non solo. Il risultato: code e lunghe attese. È stata una giornata di lavoro intenso per il personale dell’ufficio postale di viale Partigiani, in Valletta Paiolo, ma anche di disagi per i clienti che per rispettare le normative anti contagio sono stati costretti ad aspettare il proprio turno in piedi all’esterno dell’ufficio.

Sotto i portici di viale Partigiani a metà pomeriggio si è raggiunto un picco di una trentina di persone in attesa del proprio turno, mentre all’interno, come prevede il regolamento anti Covid, se ne potevano vedere soltanto tre o quattro per volta.


Tutti muniti di mascherina e a debita distanza uno dall’altro, i clienti hanno aspettato anche mezz’ora prima di vedere premiata la loro pazienza. Qualcuno, indispettito, ha preferito rinunciare, qualcun altro non si è nemmeno messo in fila quando dopo essere arrivato davanti alle Poste ha visto la coda.

«Sono soltanto in due agli sportelli – ha commentato un anziano – forse non si aspettavano tanta gente oggi, non saprei».

Scongiurato comunque il pericolo assembramento grazie al senso civico dimostrato dai cittadini.
 

Video del giorno

La rissa di sabato sera in un bar di piazza Broletto a Mantova e il fuggi fuggi generale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi