Regalati all'ospedale di Mantova 2 ventilatori polmonari

Una gara di solidarietà durata 8 mesi ha portato la comunità di Castellucchio a tagliare un ambito traguardo: donare due ventilatori polmonari al Poma

CASTELLUCCHIO.Una gara di solidarietà durata 8 mesi ha portato la comunità di Castellucchio a tagliare un ambito traguardo: donare due ventilatori polmonari all’ospedale Carlo Poma di Mantova. L’iniziativa ha preso il via a marzo con una raccolta fondi, organizzata dalla Protezione civile in collaborazione con il Comune, il circolo tennis, la parrocchia e numerose associazioni locali. Alla maratona solidale hanno aderito anche gruppi di volontariato di Rivalta e Rodigo e la Fondazione Comunità Mantovana, che ha offerto un prezioso contributo. In totale sono stati raccolti 60mila euro, prontamente utilizzati per acquistare due ventilatori polmonari. Il primo dispositivo è stato donato alla pneumologia, il 15 giugno; il secondo è stato consegnato il 18 novembre al reparto di terapia intensiva e rianimazione.
«Il progetto – spiega Alessandro Mari, presidente della Protezione civile di Castellucchio - è stato realizzato grazie alle generosità di tante persone ed istituzioni: dai volontari delle associazioni all’amministrazione comunale, dai cittadini alla parrocchia, dalle industrie agli artigiani. Le donazioni hanno raggiunto la cifra record di 40mila euro, a cui si è aggiunto un importante contributo della Fondazione Comunità Mantovana».
«E’ un segno di speranza – commenta Raffaello Stradoni, direttore generale dell’Asst di Mantova – ed è emblematico dell’unità della società civile. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del progetto». Ai ringraziamenti si uniscono i professionisti dell’azienda sanitaria: «I ventilatori polmonari sono strumenti indispensabili per le cure che quotidianamente offriamo ai pazienti – spiegano - Inoltre sono apparecchi all’avanguardia, che utilizzeremo anche quando saremo usciti dall’emergenza».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi