Messaggerie del Garda dà l’addio a Grasselli, primo autista della ditta

Il ricordo commosso di Mario Beschi, titolare dell'impresa leader nel settore della logistica insieme ai fratelli Angelo e Giorgio

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Mario Beschi, titolare di Messaggerie del Garda con i fratelli Angelo e Giorgio, ricorda Bruno Grasselli, recentemente scomparso, primo autista di quella che sarebbe diventata una delle imprese leader nel settore logistica.

«Bruno, nel mio ricordo - spiega Beschi - è il primo autista che abbiamo avuto. Ricordo le lezioni di guida al Bianchi Visconteo, anche se non avevo ancora la patente della macchina. Ricordo i racconti di vita. Ricordo una persona legata all'azienda o meglio, alla famiglia come fosse uno di noi, ma solo per affetto senza rivendicazioni. Ricordo le raccomandazioni di serietà che mi dava. È stato un pilastro fondamentale, come altri collaboratori, nella fase iniziale di crescita di Messaggerie del Garda. Quando c’era un'emergenza, un problema, un autista da sostituire o una cisterna da lavare a mezzanotte, Bruno c’era sempre. Caro Bruno - conclude Beschi -, Angelo, Giorgio e io ti auguriamo una serena nuova dimensione ma con qualche camion e bancale per farti sentire più a tuo agio. Il tuo nome continuerà a essere pronunciato tra noi e sarà come se non te ne fossi mai andato».



 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi