Mantova,  commercianti ambulanti al Te fra le pozzanghere: «Così è impossibile»

La protesta degli operatori del mercato del giovedì: siamo amareggiati. Nasi: «Il Comune aveva promesso di tappare le buche» 

MANTOVA. «La nostra richiesta era lavorare in maniera dignitosa. Al momento è stata disattesa». Simone Nasi, presidente di Anva-Confesercenti, ha raccolto l'amarezza dei colleghi commercianti ambulanti in piazzale Montelungo. Il mercato, il primo dopo il ritorno di Mantova nella zona arancione, è ripartito, dunque, dall'area del Te.

Con i soliti problemi, resi più gravosi dalle condizioni meteo poco favorevoli di questi giorni. Buche e pozzanghere hanno reso più difficoltoso il lavoro degli ambulanti, con il mercato che presentava qualche spazio vuoto in più del solito e con un afflusso di persone di certo non entusiasmante. «Siamo amareggiati, come categoria ci sentiamo poco rispettati - prosegue Nasi - Abbiamo compreso le motivazioni di sicurezza sanitaria che hanno portato nei mesi scorsi allo spostamento del mercato sul Te. Avevamo, però, avanzato alcune richieste che, però, sono state disattese».


Tra queste, quella di posizionare ghiaia nei punti dove ci sono le buche. «Su questo argomento abbiamo avuto nuove rassicurazioni in queste ore dal Comune - aggiunge Nasi - La situazione resta comunque difficile, con un calo degli incassi rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso del 70-80%. Non dimentichiamo che dietro queste piccole imprese ci sono delle famiglie. In tanti oggi sono venuti, anche da lontano, consapevoli che avrebbero incassato poco o nulla. Però si prova, dopo le chiusure è inevitabile fare un tentativo. Oltre a questo, il mercato del giovedì è un appuntamento sociale. Ora, lontano dal centro, ci sentiamo quasi dimenticati. Ristori? Sono stati promessi, ma non erogati. Non è arrivato nulla, siamo esasperati».

L'area del Te dovrebbe peraltro restare a lungo quella dedicata al mercato. Dall'11 gennaio, infatti, scatteranno lavori legati al teleriscaldamento che interesseranno per alcuni mesi, in fasi diverse, vie e piazze del centro storico: settori delle piazze Sordello e Broletto e delle vie Cavour, Tazzoli, Sant'Agnese e Accademia. Una situazione incompatibile con il ritorno del mercato nel cuore della città.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi