Rapinò un collega, condanna a 2 anni e 3 mesi

In pochi minuti il 29enne era stato rintracciato nella sua abitazione, a poca distanza dal luogo della rapina. Si era giustificato dicendo che l’amico gli aveva promesso la cifra in prestito, ma poi aveva cambiato idea e lui glieli aveva presi

MARIANA MANTOVANA. È stato condannato a due anni e tre mesi oltre a 600 euro di multa N.A.E.Z., un 29enne di origine marocchina residente a Redondesco che lo scorso maggio aveva rapinato un amico suo collega di lavoro. L’episodio era avvenuto a Mariana Mantovana quando l’operaio, cogliendo di sorpresa il collega, l’aveva minacciato con un grosso coltello e, dopo avergli tagliato la tasca del giubbino, si era impadronito di trecento euro in contanti, per poi fuggire per le vie del centro.

Il rapinato aveva subito chiesto l’intervento dei carabinieri: sul posto i militari di Asola e Piubega insieme ai colleghi del Nucleo radiomobile di Castiglione. In pochi minuti il 29enne era stato rintracciato nella sua abitazione, a poca distanza dal luogo della rapina. Si era giustificato dicendo che l’amico gli aveva promesso la cifra in prestito, ma poi aveva cambiato idea e lui glieli aveva presi.
 

Video del giorno

Tokyo2020, Draghi a Jacobs: "Non volevo disturbarti durante intervista, è colpa di Malagò"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi