Aggredita in strada a Mantova: il movente è oscuro. La polizia ora indaga

L’ipotesi è che si sia trattato di un’aggressione da parte di due persone che la donna conosce e che potrebbe aver indicato ai poliziotti. Il quadro comunque non è chiaro: sembra che alcuni particolari non tornino: gli investigatori stanno svolgendo accertamenti per ricostruire l’accaduto

MANTVA. Il racconto dell’aggressione è inquietante. La donna, che giovedì sera all’arrivo dei soccorsi era apparsa molto spaventata, ha riferito di essere stata aggredita poco dopo le 21 da due persone incappucciate. E ha ricostruito la sequenza dei fatti, accaduti in vicolo Prato, una stradina cieca che incrocia via Pomponazzo. Ha detto di essere uscita di casa per mettere in strada i sacchetti dell’immondizia quando due persone, due uomini, si sono avvicinati e l’hanno aggredita. Poi sono scappati a piedi, con il volto coperto. Questo è quello che la donna, una 54enne che abita in zona, ha raccontato. Prima ai sanitari arrivati con l’ambulanza del Soccorso Azzurro che, dopo averla controllata sul posto, l’hanno accompagnata in ospedale per accertamenti; e poi agli uomini della squadra mobile della questura.

Secondo le prime verifiche degli investigatori non si sarebbe trattato di un tentativo di rapina: la donna non aveva con sé né portafogli né oggetti di valore, ed era evidente che era uscita per esporre i sacchi dei rifiuti. Né i due, secondo quanto lei stessa ha riferito, l’avrebbero minacciata per avere dei soldi. L’ipotesi è che si sia trattato di un’aggressione da parte di due persone che la donna conosce e che potrebbe aver indicato ai poliziotti. Il quadro comunque non è chiaro: sembra che alcuni particolari non tornino: gli investigatori stanno svolgendo accertamenti per ricostruire l’accaduto.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi