In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Morì in un incidente a Valdaro. Comune di Mantova responsabile a metà

Il tribunale lo ha condannato in primo grado a risarcire la famiglia con 131mila euro. L’ente locale farà appello tramite l’assicurazione

1 minuto di lettura

MANTOVA. Il Comune di Mantova dovrà risarcire la famiglia di un uomo morto nel 2013 in un incidente stradale accaduto a Valdaro. Lo ha stabilito il tribunale di Mantova che, in primo grado, ha condannato l’ente locale a versare 131.486,84 euro. Il giudice, come si legge nella delibera di giunta, ha riconosciuto la responsabilità del Comune «nella misura del 50%» e lo ha condannato a risarcire la famiglia del deceduto.

Non è chiara la motivazione in base alla quale sono state riconosciute le responsabilità del Comune; chiesto di chiarire la vicenda, l’ente locale si è riservato di farlo nei prossimo giorni. Presenterà, però, appello alla sentenza affidandosi al legale dell’assicurazione Uniqua Sachversicherung, con sede a Vienna, con cui era assicurato all’epoca dell’incidente.

Era il 9 luglio 2013 quando Dante Frizziero, 50 anni, fabbro di Castel d’Ario, sposato e padre di due figli, si schiantò con il suo scooter contro il guard-rail in via Vaini. L’uomo nel cadere picchiò la testa sull’asfalto. Inutili i soccorsi. Ad intervenire per i rilievi fu una pattuglia della Polizia locale. Nel 2017 la vedova del fabbro ha fatto causa al Comune e tre anni dopo, in primo grado, è arrivata la condanna dell’ente locale come co-responsabile dell’incidente.
 

I commenti dei lettori