Giochi all’aria aperta: nasce il progetto ‘‘Tana libera tutti’’

Una corte di campagna, un bosco e animali da cortile. È l’idea di alcune famiglie di Tabellano per i propri bimbi 

SUZZARA. L’educazione parentale può coprire tutto il percorso di studi fino al termine dell’obbligo scolastico. La testimonianza arriva da Tabellano, nella campagna suzzarese, dove si trova “Tana libera tutti”, un progetto nato nel 2018 dalla volontà di alcune famiglie, di far sperimentare ai propri figli attività ludico-ricreative e stili educativi diversi da quelli classici proposti nelle scuole statali.

Gli strumenti? Una corte di campagna, un boschetto di quelli tipici padani, tanto verde a perdita d’occhio, conigli, qualche gatto, un paio di tartarughe, galli e galline, un cane baby sitter, anatre e, in un giorno fortunato, un paio di caprioli in lontananza. Tutto frequentato da un gruppo di bambini liberi di sperimentare la realtà che li circonda, di apprendere la vita e la natura in modo appassionato, di mettersi alla prova e scoprire un sentimento di primaria importanza come l’autostima, di familiarizzare tra loro all’insegna della cooperazione.


«Educazione libertaria e rispettosa, ascolto empatico, educazione in natura, rispetto delle inclinazioni e dei talenti personali sono le parole chiave di questo colorato e vivace progetto, nel quale i genitori sono i protagonisti, insieme ai propri figli, attraverso un coinvolgimento diretto ed attivo – spiega Elena Costa, del gruppo genitori - Il progetto non si ispira infatti ad un unico modello educativo, ma crede nel valore dell’utilizzare, nello specifico contesto, molteplici approcci a seconda dell’unicità del bambino, della sua famiglia e dell’adulto accompagnatore».

Il progetto “Tana libera tutti” di Tabellano non vuole tuttavia restare circoscritto alle sole famiglie che al momento ne fanno parte, ma vuole entrare in contatto con altri genitori, il Comune e le diverse istituzioni che, a vario titolo, si occupano di tematiche educative.

Oltre al progetto “Materna”, già attivo da tre anni, che ospita bambini dai 3 ai 6 anni, quest’anno è decollato anche il progetto “Nido”, per bambini da 1 a 3 anni. Per quanto riguarda i bambini dai 6 anni, invece, è in partenza il progetto “Primaria”, che comincerà dall’anno scolastico 2021-22.

Per informazioni è possibile contattare il numero 353/4177970.




 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi