Contenuto riservato agli abbonati

A Mantova allestitori in ginocchio: «Fiere ko e niente ristori»

Settore fermo, ma anche gli aiuti non arrivano per il caos dei codici Ateco. Baccarini: «La nostra è una filiera. Tante famiglie hanno perso il reddito» 

MANTOVA. È uno dei settori che pur generando il 2,5% del Pil nazionale ha subito le più forti penalizzazioni dal susseguirsi dei Dpcm che hanno fermato le attività a rischio assembramento. Ma i curatori di eventi, allestitori di fiere, noleggiatori di stand e gazebo, fioristi vetrinisti sono rimasti non solo senza lavoro, ma anche senza ristori completi a causa della mancanza di un codice Ateco, la “chiave” che identifica un’attività economica, specifica.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

La guida allo shopping del Gruppo Gedi