Mantova, ottanta chili di prodotti scaduti: multate due pasticcerie

Controlli di carabinieri e Nas nei locali della città

MANTOVA. La Stazione Carabinieri di Mantova, insieme ai colleghi del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità (NAS) di Cremona, prima della fine dell’anno vecchio, hanno effettuato delle attività ispettive ad alcune pasticcerie della città finalizzate al monitoraggio “alimenti natalizi” e al rispetto delle procedure “HACCP” (Hazard Analysis and Critical Control Points che può essere tradotto in “sistema di analisi dei pericoli e punti di controllo critico”).

Due le attività imprenditoriali del centro città ad essere state sanzionate. In particolare in una pasticceria sono state riscontrate gravi carenze igienico-sanitarie nei locali adibiti a magazzino nonchè la presenza di oltre trenta chili di prodotti alimentari vari e semilavorati scaduti destinati al pubblico.

Tremila euro, per il momento, è l’importo che dovranno pagare in attesa delle valutazioni degli enti locali interessati per le successive attività di verifica di competenza.

Nell’altra pasticceria sono stati invece trovati e sequestrati circa cinquanta chili di prodotti alimentari destinati alle preparazioni dolciarie anch’essi scaduti o con termine medio di consumazione oltre il limite di validità. Oltre al sequestro sono state contestate sanzioni per duemila euro.

Video del giorno

Assemblea alla Canottieri Mincio: c'è il quorum, il circolo verso la salvezza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi