Nuovo inciampo del Palafarina: ritardi sulle scale antincendio

Serve la messa a norma di quelle esistenti, ma nel progetto non se ne fa cenno. Risultato: il Comune aggiungerà altri 21mila euro. Il termine lavori slitta a marzo 

VIADANA. Il Comune ha incaricato un’azienda locale di adeguare e montare le quattro scale esterne antincendio del nuovo palasport Farina. L’intervento, da circa 21mila euro, sarà pagato con risorse proprie dell’ente, ed andrà pertanto ad aumentare il costo totale dell’opera.

Al momento il nuovo PalaFarina è realizzato all’80% circa. La ditta appaltatrice della ricostruzione ha chiesto e ottenuto una proroga: la nuova scadenza lavori è il 30 marzo. Tra i motivi dell’ennesimo rallentamento, alcune questioni insorte tra l’impresa stessa e la direzione lavori. Una è relativa appunto alle scale antincendio. A fare il punto è la determinazione municipale di affidamento dei lavori per la loro messa a norma: il progetto iniziale prevedeva il recupero di quelle vecchie, in quanto la quota pavimento del primo piano è rimasta immutata e le strutture non risultano deformate o corrose, e quantificava in 6.300 euro il costo del montaggio; ma, stando alla ditta, alcune parti delle scale preesistenti non sono più conformi.

L’ufficio tecnico comunale ha verificato che nel progetto esecutivo «non sono presenti disegni e calcoli col dettaglio delle operazioni da effettuare per la messa a norma delle scale». Stando tuttavia allo studio progettista, gli elaborati in possesso del Comune «sono sufficienti e adeguati, in quanto gli adeguamenti richiesti sono riconducibili ad aspetti non strutturali bensì prettamente cantieristici».

Poiché realizzare scale nuove costerebbe almeno 50mila euro, l’ufficio tecnico ha fatto un progettino per la messa in sicurezza delle scale esistenti, e a cercare una ditta terza per la sua realizzazione, «ferme restando le responsabilità di impresa e progettista in merito alle specifiche posizioni che hanno assunto». 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi