Guasto a una rotaia: treni in ritardo sulla Mantova-Modena

Quindici convogli hanno subìto ritardi o sono stati cancellati: le proteste dei viaggiatori

MANTOVA. Giornata nera, quella di giovedì 7 gennaio, per il trasporto ferroviario lungo la linea Mantova-Carpi-Modena. Ben 15 treni sono stati coinvolti da ritardi e soppressioni, tra le 6.30 e le 11.30, a causa della rottura di una rotaia tra Carpi e Modena che ha avuto anche ripercussioni sul traffico ferroviario in partenza da Mantova e in arrivo alla stazione di piazza don Leoni. Molti i disagi per i viaggiatori e molte anche le proteste.

In particolare, otto treni sono stati cancellati (quattro tra Modena-Carpi e altrettanti in direzione opposta), altri cinque sono stati cancellati parzialmente con ritardi accumulati sino a 51 minuti (due da Modena a Mantova e tre da Mantova a Modena) e altri due hanno accumulato ritardi di circa 25 minuti (uno in direzione Mantova e l’altro in direzione Modena).


«Non sembra che l’anno sia iniziato sotto i migliori auspici, per lo meno dal punto di vista degli utenti ferroviari» afferma Angelo Frascarolo, presidente del comitato utenti della ferrovia Modena-Carpi-Mantova. Che sottolinea come nel corso del 2020 «la linea non aveva dato particolari problemi e i frequenti guasti che avevano caratterizzato il 2018 e il 2019 si erano ridotti».

Improvvisamente, con l’anno nuovo, sono arrivati in un solo giorno quindici treni coinvolti in ritardi e cancellazioni.

«Non vorremmo – osserva Frascarolo – che questo evento rappresentasse l’avvio di una nuova serie di problemi alla linea con i relativi conseguenti disagi per i viaggiatori, che si andrebbero a sommare a quelli evidenziati qualche giorno fa dal Coordinamento regionale degli utenti ferroviari dell’Emilia Romagna».

Di qui l’appello alla Regione e ai Comuni emiliani affinché tengano sotto pressione Rete ferroviaria italiana: «L’auspicio – conclude il presidente – è pertanto che le istituzioni, in primis la Regione Emilia Romagna e i Comuni di Carpi e Modena, ci sostengano nel richiedere il proseguimento, da parte di Rfi, degli investimenti che sono posti in atto nel recente passato, per completare la sistemazione della linea Modena-Carpi-Mantova».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi