Dal 14 gennaio senso unico alternato sul ponte sul Po

Posa dei sensori per il sistema di monitoraggio sulla struttura che collega Casalmaggiore a Colorno

CASALMAGGIORE. La Provincia di Parma, ente competente, ha istituito il senso unico alternato sul ponte Casalmaggiore-Colorno. Il provvedimento si rende necessario per consentire lo svolgimento dei lavori di installazione del sistema di monitoraggio.

Da domani 14 gennaio, sino a completamento lavori, nei tratti occupati dal cantiere il transito dei veicoli sarà regolato da movieri o da impianto semaforico, con limite massimo di velocità dei 30 chilometri orari. Le limitazioni si applicheranno tra le 8.30 e le 17.30. La posa dei sensori è stata commissionata alla ditta Fincantieri Infrastructure di Trieste con l’obiettivo di monitorare in continuo la situazione del traffico e le condizioni manutentive del ponte.


L’infrastruttura, come si ricorderà, ha una vita utile residua di circa otto anni e mezzo; e in questo lasso di tempo andrà salvaguardata il più possibile, per evitare chiusure anticipate che, almeno fino a quando non sarà realizzato un ponte nuovo, potrebbero avere conseguenze disastrose per il tessuto economico e sociale del territorio. Le apparecchiature in via di allestimento misureranno peso e velocità dei veicoli in transito, e controlleranno che le vibrazioni provocate dal traffico non finiscano per aprire fessure e causare nuovi danni. Proprio per tutelare la struttura, nei tratti del ponte non regolati da senso unico alternato resteranno in vigore le abituali limitazioni: divieto di transito ai mezzi di peso superiore alle 44 tonnellate, limite massimo di velocità dei 50 orari, divieto di sorpasso, obbligo di rispettare distanze di sicurezza non inferiori ai 50 metri.




 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi