Marmirolo, territorio più sicuro: saranno installate 5 nuove telecamere

Tre nel capoluogo e due a Pozzolo. Una coprirà il sottopassaggio ciclopedonale verso Soave contro gli atti di vandalismo 

MARMIROLO. Cinque nuove telecamere di videosorveglianza saranno a breve installate sul territorio comunale di Marmirolo: tre nel capoluogo e due nella frazione di Pozzolo. Nei mesi scorsi l’amministrazione guidata dal sindaco Paolo Galeotti aveva presentato al Ministero dell’Interno una richiesta di co-finanziamento con risorse statali del progetto di implementazione del sistema di videosorveglianza comunale.

A inizio gennaio, da Roma è arrivata la notizia che il Comune di Marmirolo è stato ammesso in graduatoria dal ministro Luciana Lamorgese, e riceverà dunque i fondi richiesti.


Nella fattispecie, il progetto nel complesso avrà un costo pari a 18. 300 euro, per metà finanziati dall’ente locale e per metà dallo Stato (9.150 euro). Il potenziamento del sistema di videosorveglianza comunale prevede l’installazione di cinque telecamere a circuito chiuso da collocare in prossimità di punti di accesso in aree sensibili al fine di garantire la sicurezza pubblica. I luoghi scelti per l’installazione sono i seguenti: strada Soave nel sottopasso della ciclabile; via Buozzi al centro commerciale Rossetto; via Meucci nei pressi della stazione dei carabinieri; via Battisti all’intersezione con strada Valeggio e strada Costioli, nei pressi della chiesa di Sant’Isidoro, a Pozzolo sul Mincio; sulla strada provinciale 21, nei pressi della chiesa della Natività e della scuola materna, sempre a Pozzolo sul Mincio.

«Ringrazio la polizia locale – dice il sindaco Paolo Galeotti – che ha creduto in questo progetto e l’ha redatto raccogliendo anche le necessità emerse dal territorio di Marmirolo e Pozzolo. Una particolare importanza riveste la telecamera che sarà installata al sottopassaggio ciclopedonale verso strada Soave/Corte Gatti, che potrà anche prevenire atti di vandalismo».


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi