Mantova, la sottosegretaria: «Il governo è in campo per un rilancio vero della Corneliani»

Intervista alla sottosegretaria al ministero del Lavoro Francesca Puglisi: "Corneliani rappresenta l’eccellenza del Made in Italy e va valorizzata là dove è nata e dove le mani sapienti delle lavoratrici sanno fabbricare quei prodotti di eccellenza"

MANTOVA. «L’impegno del governo è a non lasciare soli i lavoratori non solo nella lotta ma anche nel rilancio della loro impresa»: parola della sottosegretaria al ministero del Lavoro Francesca Puglisi raggiunta al telefono dalla Gazzetta dopo che a luglio aveva portato di persona il suo sostegno al presidio dell’onda rossa. «Il governo continua a seguire la vicenda Corneliani – ci dice – e il Mise mi ha confermato che sta dando una mano nella ricerca di un imprenditore interessato a irrobustire la compagine societaria. Noi come Ministero del lavoro continueremo a sostenere le lavoratrici e i lavoratori della Corneliani e sono fiduciosa che si possa dirimere il tutto molto presto con l’arrivo della liquidità promessa e un nuovo partner che, come mi ha detto il Mise, irrobustirà la compagine». Il riferimento è al fondatore di BasicNet Marco Boglione con cui il Mise ha in corso continue interlocuzioni.

«Corneliani – aggiunge poi la sottosegretaria – a noi sta a cuore perché è un marchio storico che rappresenta l’eccellenza del Made in Italy e va valorizzata là dove è nata e dove le mani sapienti delle lavoratrici sanno fabbricare quei prodotti di eccellenza. Lo dico perché purtroppo stiamo assistendo ad altre crisi che rischiano di portare altrove la produzione di marchi del Made in Italy. L’eccellenza di Corneliani è fatta da chi quegli abiti realizza. È pure vero che il mercato della moda uomo sta cambiando, ma arricchire la compagine societaria può portare nuovi stimoli e garantire una diversificazione».

E mentre ricorda che «sono anche a disposizione nuovi strumenti come il Fondo Nuove Competenze per la formazione del personale», annuncia anche che «oltre alle ulteriori 12 settimane di cassa Covid, per i settori più colpiti come quello della moda nel nuovo scostamento di bilancio garantiremo la possibilità che siano sostenuti e aiutati ulteriormente (ne stiamo discutendo in questi giorni). Perché è importante sostenere settori così colpiti e nel mondo della manifattura italiana la moda lo è». Insomma, conclude, «siamo a disposizione a 360 gradi per far uscire Corneliani da questa crisi».



 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi