Contenuto riservato agli abbonati

Il plasma dei guariti batte la variante inglese

I risultati di una ricerca condotta dall’istituto  zooprofilattico di Foggia dimostra l’efficacia del siero iperimmune contro le mutazioni dle virus. Il primario Franchini: era prevedibile  

MANTOVA. Il plasma iperimmune protegge anche dalla variante inglese. La scoperta, pubblicata alcuni giorni fa da Repubblica, è degli scienziati dell'Istituto zooprofilatticodi Foggia. Il risultato del lo studio è preliminare e dovrà essere confermato in seguito.

Finora, dicono i ricercatori, in quattro casi su quattro il plasma iperimmune già disponibile ha stoppato la variante inglese durante le prove in vitro. «Questa – spiegano – è la prima dimostrazione che gli anticorpi specifici contenuti nel plasma dei pazienti che avevano contratto altre varianti funzionano bene.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/9, Castelli: "Ecco quanto metteremo contro il caro bollette e i ristori in arrivo"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi