Meccanico abusivo con auto smontate dentro al garage

I carabinieri denunciano un 47enne dopo una perquisizione. L’indagine partita per truffa e sostituzione di persona

SAN GIORGIO BIGARELLO. Denunciato dall’ex datore di lavoro per truffa e sostituzione di persona, è stato scoperto anche ad esercitare l’attività di meccanico abusivo. Nei guai è finito un 47enne di San Giorgio Bigarello, F.M.. I carabinieri di Gazoldo, Castiglione e San Giorgio stavano indagando su di lui dopo la denuncia del suo ex titolare, proprietario di un’azienda agricola dell’Alto Mantovano, secondo cui il 47enne, dopo aver interrotto il rapporto di lavoro alla fine del 2019, aveva continuato ad acquistare per tutto questo tempo pezzi i ricambio per autovetture e mezzi pesanti, in una rivendita di San Giorgio di Bigarello, per un valore complessivo che si aggira intorno ai 111.000 euro, fingendo di essere ancora alle dipendenze della vecchia azienda.

Truffa e sostituzione di persona: con questa ipotesi sabato mattina i carabinieri , decreto di perquisizione in mano, sono andati a San Giorgio. Nel garage dell’uomo sono stati recuperati e quindi di seguito sequestrati alcuni pezzi di ricambio per autovetture, nove telefoni cellulari, sedici taniche in plastica contenente circa trecentoventi litri di olio motore esausto e un barile contenente circa trenta litri di liquido costituito da oli e combustibili ed altro materiale vario. Il garage, in pratica, era stato adibito a officina meccanica non autorizzata: dentro infatti c’ erano anche due autovetture parzialmente smontate in corso di riparazione. A F.M., denunciato in stato di libertà per attività di gestione di rifiuti non autorizzata nell’ambito di un’attività di autoriparazione, è stata inflitta una sanzione amministrativa di 5.164 euro con sequestro amministrativo del locale e delle attrezzature.

Video del giorno

Castiglione, la rissa tra giovanissimi nella notte tra venerdì e sabato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi