A Roncoferraro incursione dei ladri in pieno giorno: c'è una foto che li incastra

L’autista di uno scuolabus cattura l’immagine dell’auto con il numero di targa. Razzia da 10mila euro ai danni di un carrozziere: «È la terza volta in pochi anni»

RONCOFERRARO. In quattro, in pieno giorno, sono entrati in una villetta e si sono impadroniti di un televisore, di un impianto stereo, comprese le casse acustiche che hanno smurato, e di tutti gli oggetti di valore della famiglia. È successo il 19 gennaio in via Diaz a Roncoferraro. Ma i criminali non sono passati inosservati.

Una vicina di casa dei derubati si è accorta di quanto stava accadendo mentre aspettava la figlia di ritorno da scuola. Benché non parli l’italiano, è riuscita ad allertare l’autista del pulmino che è stato in grado di fotografare l’auto dei criminali in fuga: un’Audi A3 di colore grigio. Poi ha chiamato il marito che conosce il derubato e avvertito dell’accaduto. Erano passate da poco le 15.

«È stato un puro caso che mia moglie non fosse in casa - racconta il derubato, Fausto Marconato, titolare dell’omonima carrozzeria a San Giorgio Bigarello - In questi giorni è in cassa integrazione e, pochi minuti prima, era uscita per farsi un giro». «I ladri hanno forzato la porta, sono entrati e si sono impossessati di un televisore nuovo di zecca, di un impianto stereo e di due casse acustiche, oltre alle carte di credito di mia moglie e ai preziosi di famiglia. Il danno è consistente, si aggira sui diecimila euro. È la terza volta che mi derubano in pochi anni, ma questa volta, grazie alla mia vicina di casa e all’autista del pulmino ho potuto presentare ai carabinieri prove importanti, come il modello dell’auto e il numero di targa».

Gli uomini dell’Arma sono già al lavoro per identificare i componenti della gang criminale. Le foto scattate dall’autista del pulmino potrebbero averli immortalati e, in questo caso, la loro identificazione potrebbe essere agevolata. È scattato anche il controllo dei varchi dei vari comuni limitrofi per cui la direzione di fuga della gang potrebbe già essere nota.

Il furto in pieno giorno ha destato molta preoccupazione tra gli abitanti del quartiere. Per questo i carabinieri hanno potenziato i controlli e l’attività di prevenzione. La gang potrebbe tornare a colpire.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Le squadre della leggenda: il libro della Gazzetta sul calcio dilettanti mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi