Mantova, palasport quasi pronto ma pochi i posti auto: «Useremo l’area Itis»

L’assessore Martinelli: «Un sottopasso collegherà l’altro parcheggio». L’inaugurazione dell’impianto prevista tra febbraio e marzo

MANTOVA. Poco più di trenta posti auto. Ecco la dotazione del futuro palasport di Borgonuovo (la fetta del quartiere Borgochiesanuova più vicino alla Tangenziale sud) che  sulle tribune potrà ospitare fino a 400 spettatori seduti, sul fronte della sosta.

«Troppo pochi» ritiene Stefano Rossi, capogruppo di Mantova ideale, che contesta quanto realizzato dalla giunta. «Chi arriverà lì – sostiene l’esponente della minoranza in consiglio comunale – dovrà utilizzare i posti auto dei residenti e, soprattutto il sabato e la domenica quando ci sono le partite, sarà un fastidio non da poco. Certo, vicino c’è il parcheggio del Famila, ma lì si va per fare la spesa. E poi non si è mai visto un nuovo palasport non avere un parcheggio dedicato: questo di Borgochiesanuova dovrebbe avere almeno un centinaio di posti auto».

E invece, se ne vedono una decina (più due riservati ai disabili) realizzati davanti all’ingresso che dà su via Rino Gaetano e un’altra ventina, racchiusi da una recinzione con tanto di cancello, che presumibilmente sono destinati alle squadre e agli arbitri. Troppo pochi per un impianto che, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale, dovrebbe non solo ospitare partite a livello nazionale di pallavolo, pallacanestro, pallamano, calcetto e pattinaggio a rotelle, ma essere anche a disposizione delle scuole per le assemblee studentesche e per la loro attività sportiva?

«Innanzitutto – risponde l’assessore ai lavori pubblici Nicola Martinelli – la costruzione della nuova palestra a Borgochiesanuova non è un evento isolato, ma va inserito in un masterplan che riguarda tutta la zona, che è anche di espansione residenziale. Il parcheggio recintato e quello davanti faranno capo alla nuova gestione e intorno ci sono i posti auto pubblici. Stiamo inoltre ragionando sul sottopasso, già finanziato, che collegherà il palasport con il parcheggio dell’Itis, poco distante. La domenica, quando non è utilizzato dalla scuola, potrà essere a disposizione dell’impianto sportivo. Abbiamo risolto il contenzioso con Unieco e, dunque, lo stiamo riprogettando con un quadro economico nuovo. Ci vorrà, però, del tempo. In più lì vicino ci sono i venti nuovi posti auto che abbiamo realizzato a Due Pini».

Il Comune sta anche ragionando sulle ciclabili: «Abbiamo due ipotesi allo studio per collegare la palestra con la ciclabile che viene dal cavalcavia. Così si potrà arrivare al palasport di Borgochiesanuova in bici anche dal centro. Vogliamo anche migliorare il servizio di trasporto pubblico considerando che a Borgochiesanuova ci saranno nuove abitazioni. Stiamo anche facendo uno studio sulla viabilità per migliorare l’accessibilità in base al tipo di attività che il futuro gestore farà al palasport. Solo dopo capiremo le reali esigenze di parcheggio».

Sul fronte della gestione, è in corso la gara per avere in concessione per otto anni l’impianto. Sono due le offerte in corsa: il Comune ha già nominato la commissione giudicatrice a cui spetterà di scegliere la proposta migliore. «I lavori al palasport sono conclusi – dice l’assessore – sono iniziati i collaudi: quelli sulla struttura sono già stati fatti e sono ok, ora aspettiamo quelli sugli impianti. Penso che entro febbraio, e spero anche prima, saranno conclusi». Dopodiché si potrà organizzare la cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo, tra febbraio e marzo.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi