Trasporto fuorilegge di animali, maxi-stangata al conducente

Uccelli ornamentali, porcellini d’India e conigli stipati in gabbie troppo strette. In più non c’era alcuna autorizzazione. Arriva una multa da cinquemila euro

BORGO VIRGILIO. Sprovvisto di qualsiasi autorizzazione per il trasporto di animali e della dichiarazione della loro origine e provenienza, è stato pesantemente multato dalla polizia stradale di Mantova. È successo nella giornata di ieri lungo l’Autobrennero, in territorio di Borgo Virgilio.

Gli agenti della Polstrada, alla vista dell’autocarro adibito al trasporto di animali vivi, si sono subito insospettiti e l’hanno fermato. Alla guida c’era un commerciante diretto verso il suo magazzino, in provincia di Treviso. Stava trasportando 150 uccelli ornamentali, 45 porcellini d’India e una trentina di conigli nani. Gli animali, anche se apparentemente in buone condizioni di salute, erano stipati all’interno di gabbie, casse e cartoni che, oltre essere di piccole dimensioni, non erano assicurate a dovere all’interno dell’autocarro.

Rischiavano quindi di ribaltarsi con evidente pericolo per la loro incolumità. Ma ciò che è peggio è che dal controllo effettuato dalla pattuglia della Polizia stradale è emerso che il commerciante non aveva alcuna autorizzazione al trasporto e che era anche privo del certificato di idoneità. Due omissioni molto serie. Agli agenti non ha inoltre saputo dire da dove provenissero gli animali. Così, in accordo con il personale del dipartimento di prevenzione veterinario dell’ Ats di Mantova, la Polizia ha deciso di non sequestrare gli animali ma di affidarli sotto il vincolo sanitario al conducente, con l’obbligo di trasportarli nel suo magazzino. Il personale sanitario della provincia di Treviso svolgerà, in quella sede, ulteriori accertamenti. E prima di farlo ripartire gli agenti gli hanno compilato un verbale che, in base alle norme attualmente in vigore, lo obbligherà a sborsare 5 mila euro. Prevenire i maltrattamenti agli animali è un’attività che vede la polizia stradale di Mantova sempre in prima linea su tutto il territorio della nostra provincia. Un’attenzione rivolta alla tutela dei diritti degli animali d’affezione, trasportati per la commercializzazione.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi