Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, asfalti in economia: ci sono soldi solo per 40 chilometri

Morselli: «Quasi pronti progetti per 4,5 milioni, una volta ne spendevamo 20». Al via tra luglio e agosto i cantieri a Sermide, Suzzara, Poggio, Asola, Curtatone

MANTOVA. Quattro milioni e mezzo di euro da spendere per la manutenzione straordinaria delle strade. Pochi per intervenire su una rete di 1.100 chilometri in sofferenza tra buche e banchine che cedono, ma la Provincia non si tira indietro e mette a frutto quelle risicate risorse che è riuscita ad avere dallo Stato e da quei Comuni con cui ha stipulato la convenzione per l’utilizzo dei proventi dagli autovelox. «Stiamo facendo del nostro meglio» afferma il presidente Beniamino Morselli pensando a coloro che l’hanno preceduto sullo scranno più alto di Palazzo di Bagno, a quando «senza la riforma Delrio, per asfaltare le strade si spendevano 20 milioni all’anno mentre adesso al massimo arriviamo a 6 milioni». Anche se lui, dal 2016, anche grazie alla vendita di parte delle azioni della A22, è riuscito a mettere insieme «le risorse necessarie per spendere sulle strade 25 milioni».

Per il 2021 a disposizione ci sono 4,5 milioni che, in corso d’opera, potrebbero aumentare: «Siamo attenti a tutte le opportunità che i vari enti ci possono offrire» dice Morselli. Il settore manutenzione strade guidato da Lorenzo Bettoni sotto la supervisione del dirigente dei lavori pubblici Antonio Covino, sta lavorando ai progetti per la manutenzione straordinaria delle strade da realizzare nella prossima estate: nuovi asfalti e, in alcuni casi, interventi massicci sul piano stradale, su oltre 40 chilometri. Il primo lotto prevede una spesa di 2.531.759 euro. Si interverrà sulla provinciale Asolana tra Curtatone e Rodigo (circa 3 chilometri dalla rotatoria a Grazie fino alla provinciale 23 per Goito) e tra Casaloldo e Asola (2,1 chilometri), sulla provinciale Asola-Isola dovarese tra Asola e Casalromano (circa 10 chilometri), sulla provinciale 32 a Villimpenta (1,4 chilometri), sulla 57 Mantova-San Matteo-Viadana a Dosolo (1 chilometro) e sulla ex statale Virgiliana tra Poggio Rusco e Sermide (8 chilometri) Con i ribassi d’asta si asfalteranno altri 4 chilometri sull’Asolana a Rodigo. Ci sono poi altri 911.797 euro, sempre del ministero trasporti, che saranno spesi sulle strade della bassa.

Asfalti e lavori interesseranno la Ferrarese a Sermide Felonica (4 chilometri), la Sermide-Quatrelle a Sermide Felonica (un chilometro e mezzo) e due tratti della Ghisione-Magnacavallo-Sermide per 3 chilometri e mezzo. Anche in questo caso con i ribassi d’asta si interverrà sulla stesse strade. La Ghisione-Magnacavallo, inoltre, beneficerà di altri 133.048 euro con cui si rifarà completamente un tratto di circa 2 chilometri a Sermide Felonica. Infine altri 140.914 euro verranno destinati a due tratti di 2 chilometri lungo la Ponte Borgoforte-Gonzaga-Moglia, nel Comune di Suzzara. Di tutti questi lavori si stanno predisponendo i progetti esecutivo e definitivo che saranno pronti tra fine febbraio e metà marzo per poi bandire la gara. Se non ci saranno intoppi i lavori potranno iniziare tra luglio e agosto.

Restano gli 800mila che arrivano dalle multe con l’autovelox: «Presto – dice il presidente – ci incontreremo con i Comuni per decidere come e dove utilizzarli». C’è poi a disposizione un milione di euro per gli interventi di emergenza come la ripresa delle varie buche, senza dimenticare che la Provincia punta anche a far partire i lavori sui ponti dopo il monitoraggio del 2020. —
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi