La Giornata della Memoria a Mantova: gli appuntamenti

Dal concerto al Campiani alle commemorazioni in stazione, fino agli appuntamenti organizzati in provincia

MANTOVA. Fitto il programma di eventi per il Giorno della Memoria a Mantova e nei paesi della provincia. Dalle commemorazioni delle istituzioni ai concerti, dalle letture nelle biblioteche alle iniziative degli studenti.

I momenti istituzionali in città prenderanno il via al mattino al binario 1 della stazione alle 9.30. Il vice sindaco Giovanni Buvoli e il presidente del consiglio comunale Massimo Allegretti deporranno una corona davanti alla targa che ricorda il genocidio di sinti e rom, il Porrajmos.

Alle 16.30 il sindaco Mattia Palazzi sarà davanti alla sinagoga di via Govi, dove poserà una corona con un rappresentante della comunità ebraica. Il sindaco sarà poi alle 17 nell'aula consiliare di via Roma dove consegnerà a nome del prefetto le medaglie conferite dal presidente della Repubblica ai familiari degli italiani deportati o internati nei lager nazisti.

Si terrà, invece, domani alle 17, in diretta streaming, l'evento “Sentire la memoria: un concerto per ricordare”, concerto del Quartetto dell’Accademia con interventi di Paola Besutti, Maurizio Binaghi e Alessandro Vivanti. Appuntamento sulla piattaforma webinar GoToMeeting. Il link è https://global.gotomeeting.com/join/491430493. La connessione sarà disponibile 10' prima dell’inizio dell’evento.  

GLI APPUNTAMENTI

Al via mercoledì in modalità online la quinta edizione di Alla fine dei conti-Riflessioni sulla vita e la morte dalla Casa del Mantegna. Promossa da Areté e Gruppo Tea, scatta alle 18.30 con A memoria e Thanatos con Elena Alfonsi, ideatrice ed organizzatrice della manifestazione, e Stefano Iori, scrittore e giornalista. Evento su www.allafinedeiconti.it, wwwcasadelmantegna.it e www.teaspa.it.

L'associazione culturale Pomponazzo ha prodotto un video con i giovani del coro Voci in Festa-Città di Mantova. Disponibile su www.youtube.com/watch?v=hmGWEYKSNKE, ha come ambientazione le case del vecchio ghetto da dove sono stati deportati gli ebrei mantovani.

Insegnanti e alunni della scuola elementare Pomponazzo, hanno realizzato un grande striscione, appeso ad una finestra e visibile dall'esterno, che riporta le parole della poesia La farfalla, di Pavel Friedman, giovane poeta morto ad Auschwitz.

L’istituto “Carlo d’Arco-Isabella d’Este” ha creato nel sito della scuola un banner dal titolo Giorno della Memoria 2021 nel quale sono stati postati audio e video, frutto delle attività degli anni passati, realizzati col conservatorio.

Rete Bibliotecaria Mantovana, con LTO Mantova, ha realizzato approfondimenti sul tema del sistema concentrazionario nazista curati da Frediano Sessi. Il ciclo Per non dimenticare è destinato a docenti e studenti delle scuole secondarie. I moduli formativi sono disponibili online sulla piattaforma e-learning edu.ltomantova.it. Due moduli si rivolgono ai docenti delle scuole secondarie, gli altri due agli studenti. I titoli sono “Il sistema concentrazionario nazista: nascita e sviluppo”, “Le origini dello sterminio degli ebrei d’Europa”, “Auschwitz Sonderkommando” e “L’angelo di Auschwitz”.

Sempre mercoledì alle 15 la comunità sinta mantovana, insieme all'Istituto di cultura sinta e a Sucar Drom, invitano a partecipare online alla commemorazione del Porrajmos (divoramento), il tentativo di genocidio subito dalle persone appartenenti alla minoranza linguistica sinta e rom durante il fascismo e il nazismo. La commemorazione si terrà al binario 1 della stazione di Mantova e sarà trasmessa sulla pagina Facebook dell'Istituto di cultura sinta Uvelto. Alla commemorazione saranno presenti l'autorità. Per il Comune il presidente del consiglio comunale, Massimo Allegretti.

AL CAMPIANI

Il mondo gli crollò addosso all’improvviso. Ebreo mantovano, Giuseppe Sacerdoti era riuscito a diventare primo violino della Fenice e docente del conservatorio Benedetto Marcello. Per le leggi razziali del1938 fu cacciato da Venezia, dal teatro e dai suoi allievi. Umiliato a poco più di 50 anni, senza più la sua ragione di vita, si tolse la vita. Ed evitò in modo tragico la soluzione finale di Hitler. Amava profondamene insegnare e lasciò in eredità il suo denaro agli studenti poveri del conservatorio veneziano.

Ricordarlo, nel Giorno della Memoria, è quasi un risarcimento della sua città: una ragazza e un ragazzo del conservatorio Lucio Campiani suoneranno il violino Sgarabotto di Sacerdoti, uno dei sei che il fratello Camillo nel 1964 donò al Comune di Mantova per la civica scuola di musica che oggi è il conservatorio statale. Quattro violini di Sacerdoti, di cui uno muto - senza cassa per potersi esercitare nella camera d’albergo prima dei concerti - sono oggi esposti nel museo del conservatorio creato nel corso degli anni dal maestro Giordano Fermi. Saranno Rachele Rossignoli e Zaccaria Sinigaglia a suonare il violino di Sacerdoti. Al pianoforte Roberto Martinelli. Da Vienna l’ex allievo Riccardo Lui, già affermato violinista. Sarebbero piaciuti moltissimo questi quattro ragazzi a Sacerdoti, belli, pieni di entusiasmo e determinazione, i primi due capaci di impegnarsi al liceo scientifico e al Campiani, gli altri due tenaci nel migliorarsi.

Il concerto sarà proposto in streaming mercoledì alle 21 sul canale Youtube del Conservatorio di Mantova: il link sarà indicato sul sito e anche su Facebook. Resterà poi disponibile . Il video si aprirà con il professor Andrea Ranzato del liceo Isabella d’Este: camminando nel chiostro del Campiani racconterà la storia delle leggi razziali e di Sacerdoti. Poi si ascolteranno brani di Bach, Bloch, Bruch, Von Vecsey. E di Leone Sinigaglia, un altro ebreo vittima dello Shoah. Morì d’infarto mentre lo arrestavano per spedirlo ad Auschwitz. La regia, come sempre, è di Giovanna Maresta.

Siamo all’undicesima edizione di questa rassegna per la Giornata della Memoria, dedicata a Sergio Cordibella, indimenticabile presidente. Era impossibile per il Covid mettere in scena uno spettacolo con tanti allievi e il pubblico al Teatro Bibiena, ma non volevamo rinunciare e l’idea del maestro Fermi ci è parsa bellissima». Anche il direttore Gianluca Pugnaloni ha approvato un concerto per ricordare il musicista mantovano Sacerdoti, dopo il successo negli anni passati, delle opere di Krasa (Brundibar) e di Ullmann (Kaiser von Atlantis), due musicisti internati a Terezin e poi uccisi nelle camere a gas. O lo spettacolo con le interviste che Maresta fece in Israele, 70 anni dopo, ai bambini ebrei salvati a Villa Emma di Nonantola. Nello spettacolo per la Giornata della Memoria, registrato da Carlo Cantini, si ascolterà in sottofondo anche la musica di Stefano Gueresi, il compositore mantovano morto tre anni fa, tratta dal concerto del suo Trio con Massimo Repellini e Carlo Cantini.

ARS E CAMPOGALLIANI

Disponibili fino a sabato i link per assistere su Youtube ai reading realizzati da Ars Creazione e Spettacolo con Piazzalunga-Cultura Suzzara e Comune di Suzzara. Per ottenere i link, gratuiti, inviare una mail a piazzalunga.eventi@comune.suzzara.mn.it. Si tratta de La memoria nel cuore, video reading per adulti a due voci con Matteo Bertoni ed Elena Migliari. Regia Raffaele Latagliata, progetto video Federica Restani.

Altra proposta è Presto torneremo a casa, video reading per ragazzi a due voci, liberamente tratto dal libro di J. Bab Bonde. Adattamento e regia Elena Migliari, con Matteo Bertoni ed Elena Migliari. Supervisione artistica, Federica Restani.

La Campogalliani propone gratis su Zoom Processo a Dio. Appuntamento domani alle 20.30 (utilizzando il link https://us02web.zoom.us/j/86123284145) e domenica alle 17. Processo a Dio di Stefano Massini è un processo in piena regola dove la verità storica dell’Olocausto è incarnata e rivissuta da personaggi immaginari. Polonia, estate 1944. L’ultima notte nel padiglione 41 del lager dopo la liberazione da parte dei russi. Elga Firsch, attrice di Francoforte deportata a Majdanek, decide di processare Dio per la sua imperdonabile lontananza dalla devastazione che ha colpito il suo popolo.

ACCADEMIA VIRGILIANA

Giovedì alle 17 appuntamento con “Sentire la memoria. Un concerto per ricordare”, evento a cura dell'Accademia Nazionale Virgiliana. Dopo il saluto introduttivo del presidente Roberto Navarrini e gli interventi di Alessandro Vivanti, Maurizio Binaghi e Paola Besutti, in programma il concerto del Quartetto dell'Accademia. Si esibiranno Paolo Ghidoni (violino primo), Agnese Tasso (violino secondo), Eva Impellizzeri (viola) e Michele Ballarini (violoncello).Il programma prevede musiche di Barber, Puccini, Gershwin e Williams.

L'evento si terrà a distanza attraverso la piattaforma webinar GoToMeeting. La connessione sarà possibile a partire dalle ore 16.50 utilizzando il link https://global.gotomeeting.com/join/491430493. L'appuntamento rientra nell'ambito della rassegna “I concerti dell'Accademia”, curata da Paola Besutti e giunta al diciottesimo anno.

Una selezione di film per ricordare le vittime della Shoah e riflettere sul passato. Questa la proposta della multisala Ariston, sulla piattaforma MioCinema. Tra i titoli, disponibili da oggi, il documentario in prima visione “Se questo è amore”, la drammatica storia vera tra un ufficiale delle SS e una prigioniera di Auschwitz.

IN PROVINCIA

Aderendo ad una proposta di Marco Righetti e di un gruppo di giovani solferinesi, coordinato dall’artista Danila Mor, la Pro loco di Solferino ha allestito un percorso dal titolo: “Volti.. Non numeri”. La mostra sarà collocata all’aperto davanti al viale dell’Ossario.

Il programma di celebrazioni a Pegognaga prevede per mercoledì il video “Cenni sulla storia della persecuzione degli ebrei a Mantova” che sarà disponibile sul canale YouTube del Centro Culturale. Lunedì 1 febbraio alle 20.45 diretta Facebook sulla pagina del Comune sul tema “Le pietre della memoria Gunter Deming e le pietre d’inciampo”. Un incontro con le autrici Francesca Druetti e Benedetta Rinaldi, introdurrà Silvia Scarduelli assessore alla cultura e interverranno Stefano Catone editore di People Pub, moderatrice Francesca Tellini. Ampia esposizione bibliografica al Centro culturale e consultabile dal sito www.biblioteche.mn.it. Laboratori e incontri per le scuole. Info: tel. 0376/5546401, centro@centroculturalepegognaga.it

Mercoledì la bilioteca comunale di Ostiglia, alle 16 inaugura lo scaffale tematico sulla Shoah disponibile fino al 13 febbraio, con ingresso su prenotazione. Alle 17.30, online, su piattaforma Meet, lettura ad alta voce di pagine scelte dal “Diario” e dalle “Lettere” di Etty Hillesum. Per questo evento è necessario prenotarsi: agli interessati verrà inviato un link di accesso (mail: prenotazioni.biblioteca@comune.ostiglia.mn.it, tel. 0386 300291).

I ragazzi delle classi III della scuola media di San Benedetto Po affidano al web la loro testimonianza per la “Giornata della Memoria”. Con la collaborazione della biblioteca comunale, il sostegno dell’assessore alla cultura Vanessa Morandi e la guida degli insegnanti, gli studenti hanno preparato tre video collegati dal filo conduttore del “No all’indifferenza”. I temi sviluppati sono la conoscenza, la memoria, l’infanzia negata. Completano la testimonianza, infine, gli interventi del sindaco e del presidente dell’Anpi locale.

A Castiglione, dalla pagina Facebook della biblioteca, oggi e domani sarà trasmesso lo spettacolo “Più nessuno” a cura del circolo Fratellanza e Pace di Legnago. Streaming gratuito dalle 14 alle 18.30.

Ad Asola, alle 21 dal sito del Comune sarà disponibile, in streaming gratuito, “Come qualcosa messo lì proprio per inciamparsi” di Manuel Renga, con Valerio Ameli e Cristiano Parolin, e con la partecipazione degli attori della compagnia Chronos Young, uno spettacolo che unisce alcune storie di uomini e donne italiani raccontate da semplici pietre d'inciampo ad altre storie europee.In mattinata, l’Amministrazione, dalle 10 alle 12, consegnerà, con una cerimonia riservata in municipio, gli assegni di studio agli studenti meritevoli.

A Castel Goffredo dalle 17 diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune e della biblioteca con “Tempo di parole”, letture di alcuni estratti di testimonianze dei sopravvissuti all’Olocausto.

A Volta Mantovana, infine, Stefano Colletti, docente di storia e filosofia, terrà una serie di incontri alla mattina, sulla piattaforma Meet, con le scuole del paese, in replica alla sera, a partire dalle 21, conferenza in streaming aperta a tutta la popolazione.Il tema sarà l'importanza in Italia e nel mondo della Giornata della Memoria.

A Casaloldo, invece, l'evento è stato spostato a venerdì alle 20.30 e vede collaborazione con i comuni di Castel Goffredo, Casalmoro, Casalromano e Piubega. Ci sarà una diretta streaming gratuita con lo storico Gian Agazzi e l'attore regista Nicola Armanini (la serata sarà ripetuta il 12 febbraio).A queste iniziative si aggiungono la consegna delle medaglie ai parenti degli ex deportati.

Nei vari comuni dell'Alto Mantovano, i sindaci, su mandato del prefetto, consegneranno in sala consiliare il riconoscimento con cerimonie private.A Medole la cerimonia sarà alle 11.30, ad Asola la cerimonia è prevista alle 17, a Castiglione delle Stiviere la consegna avverrà nel corso della mattinata.