Da ristoranti a piccole mense: «Ma soltanto per gli operai»

MANTOVA. I cantieri sono aperti. Bar e ristoranti no. Il nesso? Nel pranzo a ostacoli per gli operai, che prima della nuova stretta anti-Covid avevano il loro pasto caldo assicurato. Da contratto e consuetudine. Mentre adesso sono orfani di un tavolo sotto al quale mettere le gambe, costretti ad arrangiarsi con l’asporto o la schiscètta. Idea: perché non consentire alle attività di ristorazione di continuare il servizio per le imprese che lavorano in giro per la provincia? Il vantaggio sarebbe reciproco. Economico, certo, e pure psicologico, la riconquista di una scheggia di normalità in una stagione che, al di là del virus, non incoraggia a mangiare all’aperto. Né tra le lamiere di qualche gabbiotto spoglio.

«Si può fare» ha risposto con una circolare il ministero dell’Interno, interpellato sulla questione. Ma solo a certe condizioni. Che Fiepet Confesercenti Mantova mette in fila. Punto primo, «il servizio di ristorazione deve essere reso in regime esclusivo a favore di una o più imprese». Secondo, il servizio deve «risultare da contratto avente data certa, stipulato con le imprese in argomento». E ancora: deve essere «allegata l’indicazione precisa degli utenti del servizio», e vanno rispettate le prescrizioni di sicurezza. Sempre a patto che «l’organizzazione del servizio precluda l’accesso ai locali di somministrazione ad altro tipo di clientela, anche in forza di atti convenzionali occasionali».


Tutto risolto? Nì, il collo di bottiglia adesso è a livello locale, dove ci si deve ancora accordare sulla procedura amministrativa per convertire l’attività da bar/ristorante a mensa (circoscritta). In attesa del parere della prefettura, a cui si è rivolta, e sulla scia di quanto avviene altrove, Confesercenti vorrebbe imboccare la via più snella, senza troppi bolli e passaggi: una semplice comunicazione di avvio di attività al Comune competente, via Pec.

Tanto più che si tratterebbe soltanto di una parentesi. Il tempo di mettere un freno al virus e tornare a una qualche forma di normalità. —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi