«Devo cercare il ladro». E il truffatore entra nella casa della vittima

I tentativi di truffa crescono sul territorio e l'emergenza sanitaria sembra aiutare i malviventi che, con la scusa di aiutare le persone, cercano invece di intrufolarsi nelle abitazioni. Un episodio di questo genere è accaduto a una donna di Asola

ASOLA. I tentativi di truffa crescono sul territorio e l'emergenza sanitaria sembra aiutare i malviventi che, con la scusa di aiutare le persone, cercano invece di intrufolarsi nelle abitazioni. Un episodio di questo genere è accaduto a una donna di Asola che, pochi giorni fa, ha subito un tentativo di truffa che solo la fortuna ha impedito che si trasformasse in un nuovo furto di beni preziosi. La dona protagonista di questa storia stava rientrando alla propria abitazione quando è stata avvicinata da un uomo in divisa. Questo si è qualificato come un membro delle forze dell'ordine che stava cercando un fuggiasco in zona.

Dopo aver chiesto alla donna se avesse visto qualcuno di sospetto, le ha detto che sarebbe entrato in casa lui, al posto della proprietaria, per verificare che il presunto sospettato non fosse nascondo nella sua abitazione. La donna ha dato le chiavi all'uomo che è entrato così nella villetta. Qui, dopo aver girato e rovesciato alcuni cassetti, avrebbe finto di aver sventato un tentativo di furto. A quel punto si è rivolto alla signora chiedendo dove avesse custoditi gioielli e preziosi, per verificare che non fossero stati toccati. La donna ha ricordato al falso ufficiale che tutto era ben al sicuro in cassette di sicurezza. A quel punto l'uomo è uscito e se ne è andato. La donna, spaventata, ha chiamato i Carabinieri chiedendo spiegazioni. Le forze dell'ordine hanno smentito di avere uomini a piedi sul territorio in cerca di fuggiaschi e sono così scattate le ricerche del finto agente.

 

Video del giorno

Mantova: in 800 per dire addio al dottor De Donno

La guida allo shopping del Gruppo Gedi