Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, ok al parcheggio del lungolago. In un anno pronti 232 posti auto

Approvato il progetto con dodici stalli in meno: lunedì 15 febbraio la gara d’appalto.  Oltre un anno di cantiere: aprirà in estate e si concluderà a fine agosto 2022

MANTOVA. Ok della giunta al progetto esecutivo del nuovo parcheggio in struttura su due livelli che Apcoa costruirà sul lungolago Gonzaga (dove c’è l’attuale a raso), con dodici posti auto in meno rispetto a quanto previsto inizialmente.

Ciò consentirà alla società di pubblicare lunedì prossimo il bando di gara per la selezione dell’impresa che realizzerà l’opera, «cinque giorni dopo l’approvazione del progetto – osserva Apcoa in una nota – nonostante i 60 giorni di tempo a disposizione». Nel passaggio dal progetto definitivo a quello esecutivo Apcoa ha recepito le indicazioni provenienti dalla sovrintendenza e ha apportato «ulteriori migliorìe qualitative concordate con i tecnici del Comune».

In particolare, precisa il comunicato, «è stata prestata puntuale attenzione alla conservazione e alla valorizzazione delle mura storiche, alla qualità dei corpi emergenti, all’arredo del verde e all’equilibrio del progetto illuminotecnico». Il Comune, in una sua nota, precisa di aver insistito sull’arredo verde e sul sistema illuminotecnico.


Dopo il confronto con gli enti di tutela era emerso che il parcheggio sarebbe costato di più di quanto previsto inizialmente, circostanza che aveva costretto Apcoa a rivedere sia il progetto che il piano economico finanziario. «I maggiori costi dell’investimento – spiega la società – unitamente alla diminuzione di 12 posti auto, a seguito della richiesta della sovrintendenza di incrementare l’area verde verso il lungolago, oltre all’impatto che la pandemia avrà nel breve termine sui flussi finanziari, hanno importo la revisione del piano economico finanziario».

Il quale ha confermato la «sostenibilità dell’investimento senza contributi pubblici». L’equilibrio è garantito «in parte dalla riduzione della redditività del progetto e in parte dalla possibilità di incrementare le tariffe di sosta breve di circa il 10%». Con una precisazione: questo «non modifica la politica commerciale di Apcoa che prevede livelli tariffari competitivi rispetto all’offerta proposta da strutture simili nel territorio comunale».

Il parcheggio del Lungolago Gonzaga prevede la realizzazione di 232 posti auto che saranno gestiti a rotazione; il parcheggio sarà dotato delle più moderne tecnologie, tra cui il telepass e i più evoluti strumenti di pagamento digitali. Disporrà anche di un sistema di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici e dei più moderni dispositivi di sicurezza. Insomma, diventerà «un hub urbano al servizio della smart city». «Il completamento della nuova struttura, che avrà 122 posti auto in più rispetto agli attuali 110 – fa sapere il Comune – è previsto verso agosto 2022», un’operazione che «ha permesso di superare un contenzioso che durava da vent’anni, trasformando un problema in un’opportunità».

«Fin dai primi contatti con il Comune – dice Arturo Benigna, amministratore delegato di Apcoa – abbiamo garantito il nostro impegno per dar vita ad un progetto, strategico per il futuro delle attività del centro cittadino, in cui pochi ancora credevano. In questo ultimo anno caratterizzato dalla pandemia, Apcoa non solo ha confermato il proprio impegno manageriale e finanziario, ma ha rilanciato con ulteriori investimenti».

«Dopo due anni di proficuo lavoro con Apcoa – annuncia il sindaco Mattia Palazzi – questa estate partiranno i lavori per il nuovo parcheggio in pieno centro storico, straordinariamente importante per la vita commerciale e dei servizi del centro. La data ipotizzata di fine lavori è fine agosto 2022. L’obiettivo è aprirlo prima del Festivaletteratura». Il primo cittadino così conclude: «In cinque anni abbiamo realizzato quasi 900 nuovi posti auto, di cui metà gratuiti. Erano decenni che a Mantova non si costruivano tanti parcheggi».


 

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

La guida allo shopping del Gruppo Gedi