Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, corsa ai bonus edilizi ma è un ginepraio: portale e sportello in aiuto ai cittadini

Almeno la metà dei condomini in città punta agli incentivi. L'assessore Murari: l’obiettivo è guidare e sostenere chi è interessato

MANTOVA. C’è l’ambitissimo superbonus 110% ma c’è anche il bonus facciate piuttosto che il sismabonus o l’ecobonus. Tra assemblee di condominio dedicate, un boom di richieste di informazioni e prime perizie, in città e provincia è corsa ai bonus edilizi. Un’opportunità unica ma anche un ginepraio di regole, requisiti, passaggi tecnici in cui non è semplice districarsi: di qui il portale e il servizio di orientamento telematico per i cittadini creato dal tavolo coordinato da via Roma tra Comuni della grande Mantova, associazioni di categoria, ordini e collegi professionali. «L’occasione è troppo importante per sprecarla – spiega l’assessore alla partita Andrea Murari – e perché i cittadini usino i bonus edilizi ed energetici che sono fondamentali per la nostra economia e il nostro ambiente è fondamentale è necessario aiutarli e favorirli».

LA CORSA AI BONUS


Le prime stime raccontano che almeno il 50% dei condomini di città è interessato ad accedere alle agevolazioni previste dai bonus edilizi. «Le richieste sono tante – conferma Adriano Bonaldo presidente provinciale dell’associazione amministratori condominiali (Anaci) – e ormai è il tema principale delle assemblee di condominio. L’iter è lungo e caso per caso va individuato il bonus a cui si può accedere. In ogni caso si tratta di un’occasione unica per il recupero del patrimonio edilizio da un punto di energetico e di decoro». Anche il presidente provinciale dell’Ance (costruttori edili) Attilio Scacchetti conferma che la corsa è scattata: «C’è molto interesse e puntiamo a una proroga sino al 2025 per poter sfruttare questa opportunità importante per il patrimonio edilizio e per la ripresa di diversi settori. Siamo ancora nella fase di interessamento e ci vogliono mesi prima di poter vedere partire i primi cantieri».

PORTALE E SPORTELLO PER I CITTADINI

Voluto dall’assessore all’urbanistica Murari, il tavolo Bonus edilizi è nato nel giugno del 2020 in concomitanza con i primi incentivi messi in campo dal governo, con l’obiettivo di orientare il cittadino sulle diverse opportunità. «Il tavolo è un’esperienza importantissima – spiega Murari – perché mette in rete tutti i soggetti coinvolti del nostro territorio. L’occasione dei bonus è un fatto straordinario ma non è banale la loro applicazione ed è per questo decisivo avere un’attività di semplificazione e di guida a livello locale per favorire chi vuole approfittare dei vantaggi». Coordinati da Mantova, vi aderiscono i Comuni di Porto Mantovano, Curtatone, Borgo Virgilio, San Giorgio Bigarello, Ance, Consortium, Apindustria, Cna, Confartigianato, il Collegio geometri, gli Ordini degli ingegneri, degli architetti, dei periti industriali e dei dottori commercialisti, le associazioni degli amministratori di condominio Anaci e Aiac. Una vera alleanza territoriale che dopo aver sottoscritto un protocollo di intenti, è pronta ora a lanciare un servizio orientamento al cittadino con il portale www.bonusedilizimantova.it e uno sportello telematico (info@bonusedilizimantova.it).

DALLE FAQ AL SIMULATORE

Allo sportello è possibile ricevere informazioni da operatori dedicati mentre sul sito si spazia dalle normative agli interventi possibili (tra riqualificazione energetica, sostituzione di serramenti, isolamento termico di facciate e tetti, sostituzione di generatori di calore) dai “casi studio” realizzati sul territorio mantovano alle Faq con le risposte ai dubbi più frequenti. E presto sarà online anche un simulatore in grado di fornire agli interessati un prima valutazione della propria abitazione dal punto di vista energetico.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi