Sabato la mobilitazione di Diritto alla Salute

MANTOVA

L'emergenza sanitaria in Italia causata dalla pandemia di Covid-19 compie un anno. Per questo anniversario, Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana e spazio sociale LaBoje aderiscono alla mobilitazione lanciata per sabato prossimo dal Coordinamento lombardo per il diritto alla salute che riunisce vari soggetti politici, sindacali e associazioni della regione per chiedere un nuovo modello di sanità pubblica lombarda.


«Si tratta di un primo momento di mobilitazione generale su tutto il territorio regionale, tramite iniziative locali e via web per ribadire ciò che la pandemia ha reso evidente: un modello di sanità che si riduce ad azienda e che trasforma la salute in merce è fallimentare oltre che ingiusto e inaccettabile» sottolineano in un nota gli organizzatori dell’iniziativa. Sabato ci sarà una mobilitazione in più punti della città, nel rispetto delle disposizioni antiCovid. «Con le decisioni degli ultimi vent'anni – si legge ancora nella nota – le giunte lombarde hanno progressivamente smantellato il diritto alla salute: una medicina territoriale indebolita, il continuo definanziamento delle strutture pubbliche, la privatizzazione di qualsiasi servizio. Tutti questi elementi hanno reso il sistema sanitario lombardo una presunta eccellenza con i piedi d'argilla. Chi può pagare riceve cure di altissimo livello in costose strutture private, mentre chi non può permettersi certi prezzi rimane invischiato in liste d'attesa eterne e croniche inadempienze burocratiche». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Video del giorno

La mostra dei trattori antichi a Castel Goffredo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi