Mantova, Casa della poltrona in lutto per il fondatore: addio a Benito Savasi

La sua intraprendenza negli anni ‘60 lo aveva portato a immaginare un’azienda nel loghino di famiglia: da lì è partita un’avventura lunga oltre mezzo secolo, periodo durante il quale la Casa della poltrona si è via via ampliata: la sede di strada Castelletto 18/A è cresciuta insieme al giro di affari, sempre più ampio

MANTOVA. Fino all’anno scorso è stato lui il titolare: non che non si fidasse dei tre figli, anzi, ma non se la sentiva di lasciare la sua creatura, nata come un piccolo laboratorio artigianale e con il tempo diventata un punto di riferimento del settore, ben oltre i confini provinciali. Benito Savasi, fondatore della Casa della poltrona, azienda di Castelletto Borgo, se n'è andato a 87 anni.

Le sue condizioni di salute sono peggiorate alla fine dello scorso anno ma il suo spirito combattivo è rimasto intatto fino all’ultimo.


La sua intraprendenza negli anni ‘60 lo aveva portato a immaginare un’azienda nel loghino di famiglia: da lì è partita un’avventura lunga oltre mezzo secolo, periodo durante il quale la Casa della poltrona si è via via ampliata: la sede di strada Castelletto 18/A è cresciuta insieme al giro di affari, sempre più ampio.

Per ideare il logo del negozio – due operai in tuta verde che trasportano una poltrona gialla – Savasi si era affidato a un esperto. «Non voleva niente in bianco e nero, diceva che tutto deve essere colorato» racconta chi ha collaborato con lui per molti anni. La sua è stata la parabola di un imprenditore capace di rimanere sempre al passo con i tempi, curioso e alla continua ricerca dello spunto, della novità che potesse migliorare l’offerta dell’ azienda. La Casa della Poltrona l’ha lasciata in buone mani: da circa un anno il timone è passato al figlio Giorgio, che insieme al fratello Diego e alla sorella Mariella continueranno ciò che il padre ha creato da nulla. «La realizzazione diretta, e l’esperienza maturata in anni di impegno nel settore e alla professionalità di tutti i collaboratori, ci permettono di raggiungere standard qualitativi d’eccellenza» è il mantra della Casa della poltrona. Savasi mancherà ai collaboratori e ai dipendenti ma soprattutto alla moglie Anna Maria.

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi