Ecco i volontari che puliscono gratis le vie di Volta Mantovana

Il gruppo «Io raccolgo e tu?» ha una trentina di partecipanti alle giornate ecologiche. Il Comune li aiuta mettendo a disposizione i mezzi

VOLTA MANTOVANA. Nasce tutto nel 2017, quando un giovane voltese decide di dedicare il suo tempo libero a servizi utili alla comunità. Damiano Lui, all’epoca venticinquenne, si occupava della cura di prati e giardini. «Tuttavia, racconta, muovendomi nel paese e nelle campagne, mi rendevo conto dell’enorme quantità rifiuti che veniva puntualmente abbandonata lungo le strade o peggio ancora negli spazi verdi». Damiano si rivolge così all’Associazione Volta x Volta.

Ed è proprio qui che iniziano i progetti: «In un primo tempo, ha spiegato, ho osservato la signora Claretta che già da tempo si occupava della raccolta di sua iniziativa. Poi, grazie ai responsabili Doriana e Paolo, abbiamo dato vita ad un programma sperimentale più ampio, formando un vero e proprio gruppo di persone dedicate, oltre alla creazione della pagina Facebook, “Io raccolgo e tu”». Successivamente sono state organizzate le giornate ecologiche che hanno visto la partecipazione attiva di altre realtà associative voltesi, oltre ai ragazzi e ai bambini della scuola. In questo ambito, il Comune ha supportato le diverse operazioni, sotto l'aspetto logistico e dell’acquisto del materiale.

I sacchi recuperati vengono differenziati e depositati in punti specifici, in accordo con gli addetti comunali per il trasporto all’isola ecologica. Insomma, ad oggi sono circa una trentina i volontari che con grande impegno e costanza monitorano e mantengono il decoro del comune. Il lavoro da portare avanti è tanto e soprattutto non si ferma mai. Come non si ferma la ricerca dei volontari: gli interessanti possono rivolgersi allo Sportello “A Tu x Tu”, aperto il martedì e il sabato dalle 9.30 alle 12; oppure chiamare il numero, 371/3434327. Verrà fornito gratuitamente il kit per poter raccogliere le immondizie, oltre ai sacchi e agli adesivi identificativi.




© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi