Contenuto riservato agli abbonati

I sindaci mantovani: «Sui treni più moderni si gioca il nostro futuro. Accelerate i tempi»

«L’elettrificazione della linea essenziale per lo sviluppo. Siamo asse strategico, ma i vecchi diesel frenano tutto» 

BASSO MANTOVANO. L’inchiesta della Gazzetta muove i sindaci dell’Oltrepò, un’area di oltre 90mila abitanti attraversata da Est ad Ovest dalla linea ferroviaria Suzzara-Ferrara. Da tempo questo asse ferroviario che corre a cavaliere fra Lombardia ed Emilia proprio per la sua collocazione è “figlio di nessuno” con rimpalli fra enti e società; fra proprietari, concessionari e gestori. Un intrico di responsabilità che al momento vede la linea ancora percorsa da vecchie motrici diesel, in attesa della elettrificazione, programmata fra 2023 e 2024.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi