Mantova, la benedizione dei trattori

La benedizione del trattore, strumento simbolo del lavoro nei campi, è stato il momento clou della celebrazione, al Santuario delle Grazie, della 70esima Giornata del Ringraziamento, momento solenne di riflessione per gli agricoltori cattolici di Coldiretti.

MANTOVA. La benedizione del trattore, strumento simbolo del lavoro nei campi, è stato il momento clou della celebrazione, al Santuario delle Grazie, della 70esima Giornata del Ringraziamento, momento solenne di riflessione per gli agricoltori cattolici di Coldiretti. A officiare la liturgia con un numero contingentato di partecipanti sono stati il vescovo Marco Busca e don Giuliano Spagna, consigliere ecclesiastico della federazione provinciale Coldiretti. Fra i temi della giornata, la tutela dell’acqua, «bene supremo» per il quale è fondamentale operare in chiave sostenibile, ha ricordato il vescovo. «Avete il compito di ritrovare l’armonia tra ecologia ed economia, tra ambiente e lavoro, sostenibilità e benessere, tra giustizia sociale e ambiente – ha raccomandato Busca agli agricoltori – siete chiamati a lavorare per un’agricoltura sostenibile attenta all’uso dell’acqua e delle risorse naturali».

Dal presidente Coldiretti Paolo Carra è giunto un richiamo al «rispetto dell’ambiente e alla responsabilità di un’agricoltura sostenibile. Come agricoltori la responsabilità di coltivare e curare la terra, coniugando il profitto all’impegno verso la natura». Presente anche il sindaco di Curtatone, Carlo Bottani, che ha posto l’accento sulla pandemia, «ma se sapremo tradurre questa fase nell’obiettivo di migliorarci, avremo l’opportunità di una svolta per un nuovo miracolo italiano». Al termine della cerimonia sono stati consegnati dal direttore Erminia Comencini le targhe ricordo della 70ª Giornata.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi