Zona arancione rafforzata: ecco le regole generali e cosa cambia dall'arancione

Limitazioni più marcate rispetto alla "semplice" zona arancione: la grande differenza riguarda le scuole che resteranno chiuse dalle materne alle superiori

MANTOVA. Diciotto comuni della provincia di Mantova (Viadana, Pomponesco, Gazzuolo, Commessaggio, Dosolo, Suzzara, Gonzaga, Pegognaga, Moglia, Quistello, San Giacomo delle Segnate, San Benedetto Po, Asola, Castel Goffredo, Casaloldo, Medole, Casalmoro, Castiglione delle Stiviere) passano in zona arancione rafforzata (o rinforzata). Questa la scelta di Regione Lombardia dopo la risalita dei casi degli ultimi giorni. Ma cosa significa zona arancione rafforzata? Le regole di base restano quelle introdotte con il ritorno della zona arancione, ma ci sono delle limitazioni più severe. E le regole più retringenti riguardano le scuole di ogni ordine e grado che dovranno restare chiuse dalle materne alle superiori.

  • SPOSTAMENTI. Vietati gli spostamenti fuori dal Comune di residenza. Si potrà uscire dal Comune (con autocertificazione) solo per motivazioni di necessità, lavoro o salute. Si può però raggiungere un'abitazione diversa da quella di residenza in caso di necessità, ma in questo caso sarà necessario autocertificare lo spostamento in caso di controllo da parte delle forze dell'ordine. Vietato raggiungere le seconde case. All'interno del Comune ci si può spostare senza autocertificazione.
  • LAVORO. Viene chiesta una spinta verso lo smart working: dove possibile, va attuato al massimo per evitare assembramenti nei luoghi di lavoro. 
  • RISTORANTI E BAR.Chiuse le attività legate alla ristorazione. Consentito l'asporto (per i bar fino alle 18, per i ristoranti alle 22). La consegna a domicilio è sempre possibile. 
  • NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI.I negozi al dettaglio restano aperti. Centri commerciali chiusi nel fine settimana (ma saranno accessibili al loro interno i distributori di generi alimentari, tabacchi ed edicole).
  • SCUOLE. Chiusura totale per le scuole, di ogni ordine e grado (anche le scuole per l'infanzia, restano aperti solo gli asili nido). Si passa quindi alla didattica a distanza al 100%. Possono andare a scuola in presenza solo gli studenti con disabilità.
  • TEMPO LIBERO.Chiusi musei, cinema e teatri. Sospese le manifestazioni e gli eventi sportivi organizzati sul territorio. Non c'è la possibilità di svolgere attività sportiva nei centri all'aperto. Resta possibile svolgere attività fisica in forma individuale all'aperto, rispettando le distanze.
2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi