Contenuto riservato agli abbonati

Borgo Virgilio, dieci sacchi di rifiuti lasciati in campagna

Gli agenti della polizia ambientale sono riusciti a risalire all'identità dell'inquinatore: 471 euro di multa

BORGO VIRGILIO. Abbandonare i rifiuti è un reato. Un concetto evidentemente poco chiaro ancora a troppi cittadini. A Borgo Virgilio arriva la segnalazione di un nuovo abbandono record. Una decina di sacchi neri con all’interno rifiuti di tipo domestico indifferenziati. La scoperta, effettuata dal nucleo di polizia ambientale coordinato dal referente Daniele Ghelzi e dal comandante Ildebrando Volpi, è avvenuta in via Maragnane, strada vicinale isolata alle spalle del cimitero di Pietole.

E proprio qui, nel cuore dei luoghi bucolici cantanti da Virgilio, a pochi metri da un canale, c’è chi ha pensato di disfarsi di una grande quantità di spazzatura. Peccato per lui che gli agenti siano riusciti a risalire alla sua identità grazie alle indagini che in ogni occasione di questi tipo vengono portate a termine sui materiali ritrovati. La persona, recidiva, si è così vista multare per 471 euro (le sanzioni possono variare tra 225 e 1.350 euro).


«La strada è isolata e di notte molto buia – spiega il sindaco Francesco Aporti –. Chi ha abbandonato i rifiuti lo sapeva bene e ha sfruttato le caratteristiche dell’area. Sono comportamenti contrari al buonsenso e al bene della collettività».

Per cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema, ogni settimana il Comune invia sul proprio canale WhatsApp le foto di rifiuti abbandonati. Una rubrica intitolata “Ecodeficienze”. Proseguono i controlli aiutati dalle segnalazioni dei cittadini sul sito del Comune. 

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi