Mantova, l'appello: «Disabili e persone fragili ancora escluse dal vaccino»

Oggi 11 marzo 2w021 in consiglio a Porto l’appello di Valentina Tomirotti. «Sinora promesse a vuoto. I sindaci si uniscano per trovare una soluzione»


PORTO MANTOVANO

Disabili e persone fragili, malati cronici ed oncologici a domicilio sinora escluse dalla vaccinazione. Nessun calendario è sinora stati stilato perché la pandemia non intacchi le persone che già soffrono di patologie o che sono portatori di handicap. A ricordarlo, il consigliere comunale Valentina Tomirotti che ha presentato un ordine del giorno sul tema che sarà discusso nella serata di oggi 11 marzo 2021 a Porto Mantovano.

«La mancata priorità di vaccinazione ai disabili - spiega la consigliere, giornalista e blogger, in carrozzina dalla nascita - sta mettendo in difficoltà tantissime persone. Malati con patologie croniche od oncologiche, diabetici gravi, trapiantati, disabili. Ma anche chi si occupa di loro, i cosiddetti caregiver. Se una persona priva di disabilità viene ricoverata, è curata dal personale ospedaliero. Ma un disabile - prosegue la Tomirotti – ha bisogno di assistenza continua, 24 ore, spesso data dai genitori o dai parenti. Che devono anch’essi essere vaccinati».

In gennaio, l’ex commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri, aveva annunciato che entro febbraio disabili e persone fragili sarebbero state vaccinate assieme agli ultra ottantenni, a partire dai primi di febbraio. In realtà, le associazioni che si occupano di disabili da tempo stanno spiegando che questa vaccinazione non è mai partita, in realtà. E che il rischio è che la burocrazia si “dimentichi” delle persone fragili e di chi si occupa di loro.

«Per questo - prosegue il consigliere - ho chiesto che il consiglio incarichi il sindaco a promuovere un’azione congiunta con i sindaci delle zone limitrofe. Per sensibilizzare su questo tema attraverso una conferenza stampa che coinvolga i mezzi d’informazione, i siti social. In modo da sollecitare i livelli più alti, come la Regione».

Diverso, rispetto alle situzioni individuali, il discorso per i servizi disabili adulti in provincia di Mantova cche hanno iniziato in queste settimane grazie ad Ast ed Atts la vaccinazione del personale (prima dose) e stanno iniziando quella degli utenti, circa 700 nel Mantovano. 


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Elezioni 2022: chi sono i sei mantovani aspiranti candidati della Lega

La guida allo shopping del Gruppo Gedi