Contenuto riservato agli abbonati

Sulle sponde del lago di Mantova il bosco partecipato: dai frassini ai salici, pronte 300 piantine

Gli alberi donati dall’Avis alla multifactory post raffineria Piantumazione in sicurezza Covid aperta a tutti i cittadini 

MANTOVA. Recuperare e valorizzare un'area di tredici ettari per restituirla alla città. Con questo obiettivo prese il via nel 2018 il progetto del bosco post industriale, intervento di riqualificazione dell’area che sorge sulla riva sinistra del lago Inferiore, compresa tra l’ex raffineria Ies e la zona di Campo Canoa. Un progetto targato R84 Multifactory, realtà di lavoro condiviso nata in quelle che una volta erano le villette residenziali annesse alla vecchia raffineria.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, Marco Melandri ritratta: "Era una battuta, non mi sono fatto contagiare volontariamente"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi