Curtatone, l’Oasi Boschetto prova a pensare positivo: investiti 250mila euro

Il presidente della piscina: «Se sarà possibile, si apre tra aprile e maggio». Difficile il 2020: «Un terzo degli iscritti ha scelto l’esonero»

CURTATONE. Fare progetti per l’estate non è mai stato così difficile. Ne sanno qualcosa le associazioni sportive, costrette a fare i conti con le conseguenze della pandemia. All’Oasi Boschetto di Curtatone si naviga a vista, ma non si rinuncia a crescere ed investire.

«Dallo Stato non sono arrivate indicazioni precise – spiega il presidente dell’associazione, Claudio Bonatti – perciò non c’è ancora una data esatta per l’inizio delle attività sportive e ricreative. Se le disposizioni del governo lo consentiranno, entro aprile apriremo le porte della nostra sede e prima della fine di maggio daremo il via alla stagione dei bagni in piscina».


Nel frattempo il direttivo lavora per arricchire servizi e spazi: «Nonostante le difficoltà, abbiamo investito 250mila euro in nuovi progetti – prosegue Bonatti – Nei mesi scorsi abbiamo riqualificato il parcheggio, tolto gli alberi malati e piantato nuovi platani. Inoltre, entro la fine della primavera, porteremo a termine l’interramento di un’ex cava di pesca e costruiremo due campi da paddle. Le incertezze legate al futuro sono tante, ma noi guardiamo avanti con ottimismo, confidando nel sostegno dei nostri soci».

La stagione 2020 non è stata semplice. L’estate scorsa quasi un terzo degli iscritti ha deciso di prendersi una pausa. «Su un totale di 1.400 nuclei familiari associati, 370 si sono avvalsi dell’opzione esonero – spiega il presidente - In pratica, pagando solo il 30% della quota annuale, hanno conservato l’iscrizione, rinunciando a frequentare la struttura. Tutto ciò ha avuto un impatto negativo sui bilanci, pertanto quest’anno la quota esonero è stata aumentata ed ora ammonta al 50%». Per venire incontro alle famiglie, il direttivo dà la possibilità di pagare la retta in due rate. La prima deve essere versata entro il 15 marzo, la seconda entro il 10 maggio.

Sul piatto della bilancia c’è da mettere anche l’iscrizione di 38 nuclei familiari che nel 2020 sono entrati nella grande comunità dell’Oasi Boschetto. «Visto il periodo, consideriamo queste nuove adesioni un grande successo – prosegue Bonatti –. L’anno scorso siamo riusciti a gestire al meglio la struttura, nel rispetto di tutti i protocolli sanitari. Ora, forti dell’esperienza acquisita, siamo preparati a fronteggiate le sfide future. Abbiamo assunto nuovo personale per effettuare le santificazioni, ed investito nell’acquisto di mascherine, guanti e prodotti disinfettanti. Possiamo offrire divertimento, sport e relax, in totale sicurezza».
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mantova-Renate, soddisfatto mister Lauro: "Buona prova dei miei"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi