Il Comune di San Giorgio Bigarello prevede 700mila euro di multe da rosso-stop e velox

Le proiezioni per il 2021 sui verbali per controlli e strumenti. La polizia locale: «Ma solo un terzo riesce a pagare»

SAN GIORGIO BIGARELLO. La giunta comunale di San Giorgio Bigarello, in una recente delibera, ha previsto di incassare nel 2021 circa 700mila euro da multe per violazioni del codice della strada. Una previsione, appunto, ma che si basa sui dati raccolti negli ultimi anni.

A parte il 2020 che, a causa delle limitazioni alla circolazione imposte dalle norme anti-Covid, le sanzioni accertate sono state sui 600mila euro, il trend del doppio comune nato dalla fusione, si aggira sui 700mila euro l’anno. Una cifra importante per il capitolo Entrate del Comune, che non corrisponde però a pieno ai verbali staccati. Come succede un po’ in tutti i comuni - secondo quanto ci conferma Simonetta Boniotti, comandante del Corpo Intercomunale "Mantova Nord" che comprende i Comuni di San Giorgio Bigarello, Castelbelforte e Porto Mantovano - poco più di un terzo delle multe viene pagato, «e in questo periodo di estrema difficoltà, forse anche meno».


San Giorgio Bigarello, comunque, resta un comune che può contare su un cospicuo introito dalle violazioni al codice della strada. E questo soprattutto grazie ad alcuni tra gli strumenti più temuti dagli automobilisti: il rosso-stop sulla trafficata provinciale Legnaghese a Mottella e un autovelox fisso sulla provinciale 30 all’ingresso di Villanova De Bellis, oltre a capillari controlli del Corpo intercomunale di polizia locale, formato da quindici agenti e il comandante, che sorvegliano un’ampia area di tre comuni e 31mila abitanti.

Alla fine, dei 700mila euro messi in cantiere, il Comune calcola che 220mila sono di “difficile riscossione” e altri 82.500 euro sono da destinare alla Provincia, titolare della Sp 30 su cui è installato l’autovelox, alla quale va il 50 per cento di quanto incassato dalle sanzioni per superamento dei limiti di velocità (l’autovelox fisso a Villanova De Bellis).

La rimanenza, poco più di 400mila euro, andrà al Comune che li userà per manutenzioni stradali, segnaletica, potenziamento dei controlli. Praticamente per il miglioramento della sicurezza stradale. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mantova accende il Natale, festa per le luminarie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi