Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, scatta la zona rossa: ieri gli ultimi giri in centro

Numerosi interventi della Polizia locale per evitare gli assembramenti. Giardini presi d’assalto. Chiuso un bar con sanzioni per i tre avventori

MANTOVA. L’ultimo giorno prima delle restrizioni più marcate con lo scattare della zona rossa ha visto riempirsi parchi e giardini con i lungolago della città mentre in tanti paesi molti sono usciti per delle passeggiate. La Polizia locale di Mantova è dovuta intervenire più volte in mattinata per evitare il formarsi di assembramenti e per far rispettare le regole di distanziamento e di obbligo di mascherina. Non sono scattate sanzioni, che invece hanno colpito il Ronny bar di via Allende, dove è stata imposta la chiusura e sono stati sanzionati tre avventori.

Si è trattato dell’unico episodio di una giornata che ha visto, complice in mattinata il bel tempo, molti uscire per fare una passeggiata.


Va ricordato che da oggi resteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado, asili nidi compresi. I negozi saranno chiusi, salvo quelli considerati di prima necessità (per esempio farmacie, alimentari, edicole). Chiusi anche parrucchieri e centri estetici, nonché le palestre e i centri sportivi. Bar e ristoranti saranno chiusi e potranno svolgere solo servizio di asporto; sino alle 22 i ristoranti e sino alle 18 i bar.

Fino al sei aprile sono consentiti spostamenti esclusivamente per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità. Sono invece possibili le attività individuali di svago all’aperto come la corsa o la bici. Non sarà possibile fare visita a parenti o amici, salvo per le festività di Pasqua (3,4 e 5 aprile) massimo due persone (con minori di 14 anni o disabili conviventi) e una sola volta al giorno.

Video del giorno

Bimba di sei anni cade da una giostrina al parco di Porto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi