In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Malore in pausa pranzo, muore operaio della Fulgar

Il corpo senza vita di Paolo Muso, 63 anni, è stato ritrovato da un collega che era appena tornato dalla mensa dell'azienda di Castel Goffredo e ha dato immediatamente l’allarme

Vincenzo Corrado
1 minuto di lettura

CASTEL GOFFREDO. Tragedia a Castel Goffredo. Un operaio della Fulgar è morto oggi (19 marzo) in azienda durante la pausa pranzo. Il corpo senza vita di Paolo Muso, 63 anni, è stato ritrovato da un collega che era appena tornato dalla mensa e ha dato immediatamente l’allarme. Tempestivi i soccorsi del 118: pochi minuti dopo la chiamata, sul posto sono arrivate due ambulanze e si era alzata in volo anche l’eliambulanza da Brescia, ma è stato tutto inutile: l’uomo era già deceduto.

«Lavorava da noi da circa 30 anni – spiegano dall’azienda castellana – siamo tutti sotto choc. Muso era cardiopatico, in passato aveva avuto seri problemi di salute. Purtroppo il malore che lo ha colpito non gli ha lasciato scampo, siamo vicini alla famiglia per una perdita tanto grave».

Muso, originario di Grosseto, abitava a Fiesse, in provincia di Brescia. Alla Fulgar era operaio e in particolare si occupava della pulizia dei macchinari. Oggi il 63enne non aveva raggiunto i colleghi nella mensa aziendale perché aveva deciso di pranzare da solo. Il malore, probabilmente un infarto, lo ha colpito poco prima di iniziare a mangiare. Vicino al corpo, infatti, sono stati trovati una bottiglietta d’acqua e un contenitore aperto contenente della pasta. Di quanto accaduto alla Fulgar sono stati informati i carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere.
 

I commenti dei lettori